“Belle per sempre”: miseria e riscatto negli slum di Bombay

Michela Gelati

Tagged: , , , , , ,

belle_per_sempre_katherine_booLa giornalista americana Katherine Boo, già vincitrice del premio Pulitzer, ha passato tre anni, dal 2008 al 2010, ad Annawadi, uno degli slum di Mumbai, la capitale economica di un’India in pieno boom, per documentare la vita e indagare le reali opportunità dei più poveri tra i suoi abitanti. Il risultato, “Belle per sempre” (Piemme 2012) è una splendida inchiesta giornalistica, appassionante come un grande romanzo.

Tra topi, rifiuti ma anche spirito imprenditoriale e voglia di riscatto, la Boo documenta la vita del giovane Abdul Husain, che ha avviato con la famiglia un’attività di raccolta di rifiuti. Il piccolo Sunil, raccoglitore di rifiuti, che ruba metalli, di notte, nei magazzini dell’aeroporto. Manju, unica ragazza di Annawadi a frequentare l’università. La furba Asha, che aspira a diventare il nuovo “boss” dello slum ma scoprirà di essere parte di un ingranaggio in cui chi decide sono altri, e gli “ultimi” non sono che pedine. Ognuno si arrabatta come può per sopravvivere: non solo alla fame e alle malattie, ma alla corruzione.

L’inchiesta mette il dito nella piaga della crescita indiana per indagare sulle reali opportunità di chi vive agli ultimi gradini della scala sociale. “La speranza non è finzione” scrive l’autrice. “La povertà più estrema è gradualmente alleviata, in modo non omogeneo e tuttavia significativo”. Eppure l’incertezza della vita quotidiana e il dilagare della corruzione “polverizza” la speranza: la corruzione – e qui la Boo rivela una visione inedita rispetto a tanti libri sulla “nuova India” – non solo agisce sulle possibilità economiche dei poveri, ma sul loro universo morale. Valori come solidarietà, giustizia, rispetto verso il prossimo sembrano perdere di significato se alla fine chi paga vince sempre e anche comportandosi bene si rischiano l’arresto e i soprusi della polizia: “nei bassifondi governati dalla corruzione, dove persone sfinite si contendono il poco che c’è in uno spazio risicato, è dolorosamente difficile essere buoni”.

Katherine Boo scrive per il settimanale americano New Yorker ed è reporter per il Washington Post. Ha vinto il premio Pulitzer e il National Magazine Award. Da dieci anni si divide tra gli USA e l’India. “Belle per sempre” è il suo primo libro, in corso di pubblicazione in 22 Paesi.

Autore: Katherine Boo
Titolo: Belle per sempre
Editore: Piemme
Anno di pubblicazione: 2012
Pagine: 348
Prezzo: 9.90 euro

/ 112 Articles

Michela Gelati

Comments Closed

Comments for this post are now closed.