Anna Édes

Raramente ci si imbatte in personaggi enigmatici quanto la protagonista del capolavoro di Dezső Kosztolányi. Poeta, giornalista, traduttore, romanziere, questo ungherese dal nome difficile, in patria è un caposaldo della letteratura. Eppure in Italia lo si…

Vita di Dante

L’uomo, è noto, era combattivo, ma capace di misurare le forze in campo. Perplesso verso gli estremismi non per partito preso ma perché sufficientemente lucido nella valutazione delle possibilità: attento a distinguere, diremmo, tattica e…

La memoria dei fiori

Ritrovato nel 1945 da una dottoressa russa vicino al crematorio di Auschwitz, “La memoria dei fiori” (Garzanti 2014) è il diario di Rywka Lipszyc, prezioso racconto della vita di una ragazzina di 14 anni nel…

C’era una volta

Costance Mary Lloyd Wilde nacque a Dublino in 2 gennaio 1858 da un’agiata famiglia anglo-irlandese e, come si usava per le donne di buona famiglia, fu avviata allo studio della musica, dell’arte, delle lingue straniere…

La notte raccolgo fiori di carne

Richard, Martin, Gerald e Vincent l’hanno rapito per scrivere, una cosa alla Hemingway hanno detto,  i lettori di domani devono sentire il fruscio dei loro mantelli, e gli ultimi lamenti. E lui ha accettato il…

Un avamposto del progresso

Nei decenni scorsi molto si è scritto sull’ambiguità ideologica di Conrad. C’è stato addirittura un tempo in cui la critica si divideva nettamente fra gli entusiasti (indifferenti alla questione dell’ imperialismo o – non saprei…

Page 1 of 46