Pangea: il mondo in una libreria di Padova

Michela Gelati

Tagged: , , , ,

dIn tempi di acquisti di viaggi online, tripadvisor, navigatori satellitari e blog dei viaggiatori, una libreria di libri di viaggi e carte geografiche conserva qualcosa di prezioso, e unico. Ne è convinto Giandomenico Tono, 55 anni, proprietario di una libreria nel cuore di Padova, vicino all’antico ghetto ebraico.

Una libreria con un nome perfetto, “Pangea”, il mitico continente dalla quale per frammentazione si sono formati poi i cinque attuali. Fondata nel 1995 da due amici, Alessandro Alba e Federico Patarnello, è stata rilevata nel 2006 da Giandomenico, che prima si dedicava a tutt’altro: fotografia, teatro e tutela dell’ambiente. Giandomenico è convinto che una libreria di viaggio abbia ancora ragione di esistere ai tempi di Internet, ma con qualche precisazione: “Ci sono articoli, come i repertori di campeggi o di agriturismi che ormai non hanno più senso, perché l’informazione online è più accurata e puntuale” spiega.

“D’altra parte, penso che internet, i blog, e le altre cose che offre la rete pecchino a volte di approssimazione: ad esempio, un cliente si è scaricato da internet la carta topografica di un itinerario in montagna e si è perso perché il sentiero era stato bloccato da una frana, ha vagato a caso, raggiungendo il fondovalle a nottefonda; se avesse avuto una banale carta avrebbe visto che dal punto dove si trovava era raggiungibile, valicando una facile forcella, un bivacco che avrebbe offerto rifugio per la notte.  E’ poi molto più facile programmare un viaggio o un’escursione sulla carta che usando navigatori o itinerari costruiti da altri”. Non solo: “Oltre alla  cartografia, un libraio può proporre ai propri clienti diversi servizi, dalla consulenza, alla scelta di libri, alla ricerca di libri difficili da reperire, alla possibilità di incontrare e di confrontarsi con autori e viaggiatori”.

Su che aspetti punti di più?
La libreria è composta da tre settori: viaggio, nautica, montagna. Ogni settore va dalla guida e dalla manualistica alla cartografia, alla letteratura, ai graphic novel, agli illustrati, offrendo una selezione di editori ed autori. Piccola ma curata la sezione per ragazzi, qualche titolo di varia per me interessante, perché la specializzazione aiuta ma a volte mi va un po’ stretta. Poi, a richiesta posso procurare titoli che escono dai settori trattati.  Attenzione particolare è dedicata al viaggio lento (a piedi, in bicicletta) e alla conoscenza e tutela dell’ambiente e del paesaggio, con volumi su  giardini, orti urbani, agricoltura sinergica, terzo paesaggio.

Quali sono le sezioni di cui vai più fiero?
Questa è l’unica libreria con un ampio settore dedicata al mare tra Milano e Venezia, l’assortimento di carte sia da parete che da viaggio riscuote interesse anche fuori dai confini regionali, e anche la sezione della montagna è molto seguita. In generale la cosa che dà soddisfazione è che la maggior parte dei clienti mi chiede consiglio e si fida delle mie proposte. A volte sono i clienti a consigliarmi dei titoli da tenere: questo lo trovo divertente e segno di dialogo. A volte succede che  clienti che non si conoscevano comincino a parlare di autori a loro cari e a consigliarsi titoli, e anche questo fa “casa del libro”.

/ 106 Articles

Michela Gelati

Comments Closed

Comments for this post are now closed.