Maigret in E-Book

Alessandra Stoppini

Tagged: , ,

magr

Per la gioia degli appassionati dell’universo digitale la casa editrice Adelphi ha inaugurato il 2012 dando inizio alla prima edizione digitale al mondo delle 75 Inchieste del commissario Maigret di Georges Simenon.

Rigorosamente in ordine cronologico cioè restando fedeli all’originaria pubblicazione del prolifico autore belga, vengono offerte le prime cinque indagini del poliziotto francese più letto e stimato da milioni di lettori. Pietr il Lettone, L’impiccato di Saint-Pholien, La ballerina del Gai-Moulin, Il defunto signor Gallet e Il porto delle nebbie sono questi i titoli con i quali si può iniziare la collezione che proseguirà fino al marzo 2013. L’appuntamento con Jules Maigret avrà una cadenza regolare. Ogni quarto lunedì del mese verranno infatti messi online al prezzo di € 4,99 5 nuovi titoli. Per festeggiare il debutto della serie digitale Adelphi, che si onora di rieditare fin dal 1993 le inchieste del celebre Commissario del Quai des Orfèvres, fino al 29 gennaio il primo volume, Pietr il Lettone era disponibile gratuitamente e gli altri 4 titoli al prezzo di € 1,99 ciascuno. “Simenon è uno dei nostri autori di punta. Negli anni la popolarità del commissario è cresciuta, soprattutto tra i più giovani, tanto che ora l’età media dei suoi lettori è di 35 anni. Anche per questo motivo abbiamo deciso di pubblicare le inchieste in e-book” ha dichiarato Giorgio Pinotti, editor di Adelphi e curatore delle opere dello scrittore insieme a Ena Marchi.

Correva il mese di maggio dell’anno 1931 e Georges Simenon allora autore poco conosciuto consegnava alle stampe presso l’editore Fayard Pietr – Le – Letton redatto nell’inverno del 1929 a bordo dell’Ostroght tra Delfzijl e Morsang – sur – Mein. Precedentemente il libro era apparso come feuilleton nella rivista Ric et Rac. Protagonista del romanzoattenzione mai dire giallo, il giallo è un’altra cosa, qui si tratta di Scrittura eccelsa con la esse maiuscola – Jules Maigret che si annunciava fin dalle prime righe del volume. “Il commissario Maigret, della prima squadra mobile, alzò la testa, ebbe l’impressione che il ronzio della stufa di ghisa sistemata in mezzo al suo ufficio e collegata al soffitto da un grosso tubo nero non si indebolisse”. Jules ancora non ha riempito la pipa, compagna inseparabile delle sue indagini, ma il lettore è già stato sedotto dalle atmosfere evocate dal suo creatore.

Uno stile di scrittura scarno, scabro e lineare ma pieno di suggestione. Il più delle volte basta un solo aggettivo per rendere immortale una frase o un concetto perché Simenon aveva intuito che il segreto sta nel togliere e non nell’aggiungere. In questo primo romanzo Maigret si era messo sulle tracce di un noto criminale internazionale specializzato in truffe e grazie alla deduzione e al ragionamento, il robusto poliziotto francese cercando di comprendere la complessa e doppia personalità di Pietr sarebbe venuto a capo dell’indagine. Sarebbe stato così per altre 74 volte seguendo uno schema ben preciso, un rito consolidato dall’autore dettato da ritmi precisi e immutabili: nove giorni per scrivere l’opera (con Maigret, Simenon iniziò a scrivere a macchina), seduto alla sua scrivania dalla mattina alle 6,30 con pipe caricate e astuccio di pelle rossa contenente le matite temperate, scrivendo in media un capitolo al giorno. Il mondo descritto nei libri di Simenon era racchiuso nell’elenco telefonico dove lo scrittore selezionava i nomi e gli indirizzi, nelle piantine delle varie città e negli orari dei treni posizionati sul tavolo da lavoro. La scheda biografica del bonario commissario redatta da Simenon così lo descrive: “Altezza 1,80, capelli castani, fuma la pipa, forte e potente, non sa guidare. La sua frase preferita è: Io non credo a nulla”.

Nell’anno da poco terminato si è riscontrato un incremento della vendita dei file digitali mentre si è notata una frenata delle vendite in libreria, forse anche dovuto al fatto che il 10,5% delle vendite di libri in Italia avvengono on line. “La pirateria sta mettendo a rischio il mercato nascente degli e-book in Italia, non possiamo non combatterla”. È il recente allarme lanciato da Marco Polillo Presidente dell’Associazione degli Editori Italiani. Tre libri su quattro, tra quelli in classifica, sono stati piratati. Incredibile ma vero. ”Il mercato digitale si può sviluppare solo se gli autori e gli editori conserveranno il diritto di sfruttare anche con i nuovi mezzi i contenuti creati e pubblicati. Per questo restiamo dell’opinione che la pirateria è un problema e sottolineiamo il suo peso nel mercato editoriale italiano, non meno di quanto avviene per il resto dell’industria culturale. Se la pirateria non sarà limitata, il mercato digitale semplicemente non potrà svilupparsi, con grave danno soprattutto per i lettori. Se gli investimenti che le imprese stanno oggi facendo non avranno un loro ritorno, infatti, il rischio è che il mercato muoia sul nascere” ha sottolineato Polillo in una intervista.

Il mercato degli ebook è nato due anni fa quando i titoli disponibili erano meno di 2000. Ora invece sono arrivati a oltre 18mila. Non stupisce dunque che l’Istat abbia incluso nel paniere 2012 che consente di calcolare i relativi indici dei prezzi mensili al consumo dei beni più acquistati le voci e-book reader e e-book download. Un paniere tecnologico, come ora è diventato tecnologico anche il caro vecchio commissario Maigret grazie alla collezione digitale Adelphi. “Per il commissario Maigret della polizia giudiziaria non era una novità che gente sconosciuta penetrasse nella sua vita come un colpo di vento, imponendo la propria presenza durante giorni, settimane o mesi, per essere poi di nuovo inghiottita dalla folla anonima. (Maigret e il porto delle nebbie).

Georges Simenon nacque a Liegi il 13 Febbraio 1903 e morì a Losanna il 4 Settembre 1989. Scrittore belga di lingua francese è stato uno dei narratori più prolifici del XX Secolo. Scrisse centinaia di romanzi e racconti, molti pubblicati sotto diversi pseudonimi, tradotti in cinquanta lingue e pubblicati in più di quaranta Paesi. Oltre che per i romanzi noir, psicologici e di guerra Simenon è noto soprattutto per essere l’ideatore del commissario Maigret, che ha contribuito in maniera determinante alla fama e al successo dello scrittore. Molti romanzi sono divenuti film e sceneggiati televisivi.

Autore: Georges Simenon

Titoli: Pietr il Lettone, L’impiccato di Saint-Pholien, La ballerina del Gai-Moulin, Il defunto signor Gallet, Il porto delle nebbie

Editore: Adelphi

Anno di pubblicazione: 2012

Prezzo: 4,99 Euro ciascuno

/ 592 Articles

Alessandra Stoppini

Comments Closed

Comments for this post are now closed.