Buio d’estate: quando la violenza genera violenza

Chiara Pieri

Tagged: , , , ,

buio-destateBuio d’estate” (Nord), dopo Sangue di Mezz’inverno è il nuovo thriller di successo internazionale di Mons Kallentoft. Protagonista delle indagini  è nuovamente l’ispettrice Malin Fors, inquieta, intuitiva e determinata.


La violenza questa volta si abbatte contro giovani ragazze innocenti e arriverà persino a lambire la famiglia stessa della protagonista.

Buio d’estate è un giallo suggestivo e avvincente, da un lato per la protagonista, Malin Fors, una donna fuori dagli schemi, dall’altro per il tema: il caso delle giovani ragazzine vittime di morte e aggressioni. Non meno interessante è l’aggrovigliata ricerca del colpevole, che, fino a quando la violenza non si insinua nella famiglia stessa di colei che indaga, sembra non trovare esito certo.
Le ricerche aprono lo sguardo su un vasto panorama di mondi: i violentatori extra-comunitari, le lesbiche, le donne che hanno subito violenza. Malin si guarda sempre attorno con ansia, scava nelle storie delle ragazzine aggredite e dei presunti colpevoli, cerca di capire le ragioni che conduco a determinati esiti. È colpita dagli occhi delle vittime, della stessa età di sua figlia, che chiedono giustizia. E proprio contro la giovane Tove si scatenerà l’ira del colpevole. Perché chi ha subito violenza è più soggetto a compierne. Anche i morti parlano, come nel romanzo precedente, attraverso monologhi interiori, rivelando tracce del passato.

Mons Kallentoft si rivela un abile scrittore di gialli, riuscendo a tenere il lettore con il fiato sospeso fino alla fine del romanzo. Nella sua opera riflette sui problemi della realtà e  apre sguardi su mondi diversi e personaggi vari e sempre differenti. Con uno stile asciutto, ma talvolta anche poetico riesce a trasportarci nella sfera degli affetti più intimi e delle colpe più inconfessabili.

Monso Kallentoft è nato nel 1968 a Linköping. Da giovane non legge granché: preferisce giocare a calcio e a hockey. Poi, all’età di 14 anni, un infortunio gli impedisce di proseguire l’attività agonistica e gli fa scoprire la narrativa. Ma devono ancora passare vari anni, parecchi viaggi e un lavoro da pubblicitario prima che Mons decida di dedicarsi completamente alla scrittura. Il successo è immediato: osannato dalla critica, Sangue di mezz’inverno – il primo romanzo con protagonista Malin Fors – vende più di 300.000 copie in Svezia e, con la pubblicazione in altri 12 Paesi europei, diventa un caso editoriale internazionale.

Autore: Mons Kallentoft
Titolo: Buio d’estate
Editore: Nord
Anno di pubblicazione: 2011
Pagine: 411
Prezzo:  18,60 euro

/ 155 Articles

Chiara Pieri

Comments Closed

Comments for this post are now closed.