“L’orma del lupo”, intervista a Vito Catalano

Matteo Chiavarone

Tagged: , , , , ,

lupo_ombraAbbiamo rivolto a Vito Catalano, nipote di Leonardo Sciascia, alcune domande sul suo primo libro, “L’Orma del lupo” (Avagliano, 2010) un racconto di una vicenda “oscura e crudele” ambientata in Sicilia nel seicento. Un thriller che prende spunto da un fatto vero e ci riporta in un’atmosfera soffusa e, per certi versi, magica. Nel dialogo con l’autore emergono tratti interessanti su un libro che merita davvero l’attenzione del pubblico e della critica.

Innanzitutto complimenti per il bel libro. Questo thriller parte da un rapporto, quello tra uomo e natura, che oggi non esiste più. Una storia di lupi nel 2010 è stata una bella scelta: come mai? E’ affascinato da quel mondo?
“Ho avuto fin dall’infanzia la passione per la campagna, per gli animali. E mi interessa anche la vita del mondo contadino. Ho cercato di raccontare una storia intrecciando episodi romanzeschi, capaci di emozionare il lettore, e quel che credo di conoscere bene: la vita dell’uomo e degli animali nella campagna siciliana.”

Il punto di partenza è un fatto di cronaca. Quanto è presente nel racconto?
“E’ solo un punto di partenza. Situazioni e personaggi sono immaginari.”

Questo libro mi è piaciuto molto, è un caso isolato tra le novità editoriali, ma mi chiedo: come le è venuto in mente?
“Ho letto che c’era stato un lupo mangiatore d’uomini in Sicilia, alla fine del Seicento, e mi è piaciuta l’idea di costruire un racconto sulla notizia storica. Mi affascinano le vicende romanzesche, di intreccio.”

Lei è siciliano. Quanto c’è di “siciliano” in questa storia?
“Non so dire esattamente: lascio la parola ai lettori. Certo, essere cresciuto in Sicilia, conoscere la Sicilia, mi ha poi portato a narrare una storia di ambientazione siciliana.”

Tornare indietro nel tempo per raccontare una storia è tipico di un certo tipo di letteratura. Ha preso spunto da qualcuno? C’è qualche “maestro” nel suo bagaglio culturale?
“Amo moltissimo i classici del romanzo storico e avventuroso: Stevenson, Scott, Gautier, Dumas. Leonardo Sciascia diceva che si scrive per altri se stesso: ho voluto scrivere una storia che come lettore poteva piacermi.”

Lei è il nipote di Leonardo Sciascia. Una domanda di rito: qual è stato e qual è il rapporto con questa figura tanto familiare quanto, immagino, ingombrante?
“Non ritengo affatto la figura di mio nonno ingombrante. Ho avuto la fortuna di trascorrere i primi dieci anni di vita vicino a mio nonno, che è sempre presente nella mia memoria, nei miei affetti, ma riesco anche a vedere con sufficiente distacco la sua figura di scrittore, di classico della letteratura italiana ed europea del Novecento.”

Come si è trovato con la casa editrice Avagliano? Novità in cantiere?
“Con la casa editrice Avagliano mi sono trovato bene. Novità in cantiere? Vedremo.”

Vito Catalano è nato a Palermo nel 1979 e vive fra la Polonia e la Sicilia; è nipote di Leonardo Sciascia. L’orma del lupo è il suo primo libro.

Autore: Vito Catalano
Titolo: L’orma del lupo
Editore: Avagliano
Anno: 2010
Prezzo: euro 10
Pagine: 96

/ 159 Articles

Matteo Chiavarone

Comments Closed

Comments for this post are now closed.