Pubblicità, regno dell’osare: “parola di testimonial”

Flavia Campana

Tagged: , , , , , , ,

parola-di-testimonial“Parola di testimonial (Lupetti editore, 2009) di Alessandro Aquilio, sul mondo del panorama pubblicitario dai suoi albori ad oggi. L’autore offre un itinerario storico tra mondo commerciale e non profit, una suddivisione tipologica aggiornata ed al passo con i tempi supportata dall’analisi di specifiche case history. Dalla testimonianza diretta di personaggi celebri come Massimiliano Pani e Claudio Bisio e di esperti della comunicazione (da Patrizia Musso a Paola Papakristo).

Dagli ambivalenti inizi legati a Carosello, agli sfavillanti anni Ottanta, alla globalizzazione della società contemporanea, il mondo della comunicazione pubblicitaria non ha mai saputo rinunciare a questa rassicurante immagine. Non sempre però i risultati sono stati pari alle attese.

Ormai affidare i messaggi promozionali ad una persona che possa “entrare” nelle case degli italiani, sia esso uno sportivo, un attore o piuttosto lo stesso produttore del bene, è quasi una costante nei messaggi degli spot. Da Giovanni Rana a Megan Gale, passando per Madonna, Mina o Fiorello fino alla Particella di sodio, la coppia Totti-Gattuso: quanti di questi personaggi sono ormai diventati amici di famiglia, ammiccando dallo schermo tv, e quante volte ci siamo trovati a ripetere nel nostro linguaggio comune frasi del tipo “tutto gira intorno a te“.

La pubblicità è il regno dell’osare e il testimonial ne consente l’accesso. Di certo dietro la figura del Testimonial si cela un lavoro fatto di strategie, incontri d’identità tra il brand e il personaggio, ma anche una buona dose di coraggio e desiderio di sperimentare. Segmento della pubblicità in cui si fa uso di testimonial è la comunicazione senza scopo di lucro che sempre più sceglie di parlare attraverso la voce di un testimonial: lo ha cucito addosso a se stessa, adattandolo e plasmandolo. Senza mai stravolgerlo o snaturarlo. E anche in questo ambito, Alessandro Aquilio ha cercato di rintracciare le figure tipologiche più convincenti e quelle che invece nascondo rischi o producono indifferenza. La pubblicità è al giorno d’oggi uno dei segmenti della comunicazione che più ha saputo reinventarsi e cercare nuovi spazi e tecniche creative.

Parola di testimonial” è un viaggio nella pubblicità, nella sua evoluzione. “Esiste il Testimonial perfetto( relativamente sia nel mondo commerciale che sociale)?”

Alessandro Aquilio nato a L’Aquila, è laureato in Scienze della Comunicazione. Collabora con un Gruppo farmaceutico multinazionale, occupandosi di comunicazione, ufficio stampa e media relations. Ha tenuto seminari in diverse Università in Italia e all’estero e scrive di pubblicità sul sito internet Brandforum.it. Cultore della materia in Teorie e Tecniche della comunicazione pubblicitaria presso l’Università di Macerata e collabora con la cattedra di Linguaggi e stili della Comunicazione d’impresa presso l’Università La Sapienza di Roma. È tra gli autori del libro Brand Imagination (Isedi, 2007).

Autore: Alessandro Aquilio
Titolo: Parola di Testimonial
Editore: Lupetti
Anno di pubblicazione: 2009
Prezzo: 18 euro
Pagine: 240

/ 18 Articles

Flavia Campana

Comments Closed

Comments for this post are now closed.