Orme nella neve

Antonella Stoppini

Orme nella neve (Einaudi Ragazzi 2018) di Beatrice Masini, illustrato da Angelo Ruta, è una magica favola natalizia ambientata in una candida montagna.


Una sera di tardo autunno, una coppia di genitori avevano annunciato al figlio che, in occasione delle festività natalizie si sarebbero recati da soli in crociera ai Caraibi. Il ragazzino, sentendosi escluso, si era un po’ dispiaciuto. Però la mamma aveva detto che il Natale vero lo avrebbero festeggiato quando sarebbero tornati mentre il papà che il figlio e il nonno si sarebbero fatti compagnia. “Non è un po’ tardi?”, si era domandato il bambino. Il nonno materno che viveva con la famiglia da circa tre anni, sarebbe rimasto con il nipote. L’anziano signore, rimasto vedovo, non si ritrovava nella grande metropoli avendo vissuto precedentemente in una casa in cima a una collina. Apparentemente, un uomo abituato a essere circondato dalla natura e un nipote cittadino, sembravano non avere niente in comune e tra di loro passavano poche parole.

Il giorno della vigilia di Natale i due coniugi erano partiti per le loro vacanze e dopo i consueti baci e abbracci, il nonno si era rivolto al nipote esortandolo a preparare lo zaino per partire verso la sua abitazione in collina. Una casa accogliente costruita di sassi con i suoi spazi bui, le travi sul soffitto, l’odore pungente della pietra e quello forte del verde tutto intorno li stava aspettando. Al suo interno, l’adulto e il ragazzino avrebbero trovato il vecchio tavolo graffiato, il divano scozzese e invitanti pasti caldi. Invece, fuori li attendeva un mondo bianco perfetto dove il saggio anziano avrebbe indicato a un incuriosito piccolo metropolitano un arbusto con le bacche bianche e uno con le bacche rosse, un fossile addormentato dentro una roccia, un albero grandissimo, che aveva la sua età. Inoltre, le orme delle volpi facevano capire le loro abitudini. Uno scenario naturale affascinante si svelava al ragazzino incredulo di non aver mai apprezzato e compreso tanta bellezza. Un bambino di città scopre che il vero universo esiste fuori dallo schermo del computer e che la natura che lo circonda va osservata e ascoltata attraverso il soffio del vento nei rami e i versi degli animali.

Un testo poetico, arricchito da suggestive illustrazioni, in cui le orme degli animali sembrano indicare a chi legge dove giungere per dare ristoro ai nostri occhi e al cuore.

Beatrice Masini è nata a Milano, dove vive e lavora. Giornalista, traduttrice (tra i suoi lavori i libri della saga di Harry Potter), editor, scrive storie e romanzi per bambini e ragazzi. I suoi libri sono stati tradotti in quindici Paesi.

Autore: Beatrice Masini
Titolo: Orme nella neve
Editore: Einaudi Ragazzi
Pubblicazione: 2018
Prezzo: 12 euro
Pagine: 80

/ 59 Articles

Antonella Stoppini

Comments Closed

Comments for this post are now closed.