Caterina della notte

Alessandra Stoppini

Tagged: , ,

Caterina della notteNel romanzo storico Caterina della notte (Piemme Ed. 2017) di Sabina Minardi la vicenda di Santa Caterina da Siena (Siena, 25 marzo 1347 – Roma, 29 aprile 1380), Dottore della Chiesa, Compatrona d’Italia e d’Europa si intreccia con quella di una donna dei giorni nostri che porta il suo stesso nome.


Catherine ha quasi quarant’anni, vive e lavora a Londra anche se è nata in Italia. La giovane ha un lavoro che le piace, un amore ufficiale, David, e qualcuno clandestino. La casa di Catherine è al numero 2 di Redcliffe Square, Kensington, Londra, un grande edificio dove vive insieme al padre, entrambi circondati da abiti e ricordi.

Un giorno viene recapitato un manoscritto sulla scrivania dell’ufficio e Catherine si lascia completamente travolgere dalla lettura. Quella che scorre tra le pagine è una storia antica, ambientata in una città toscana, Siena, dove Catherine è nata ma che non ha mai più visitato. Ed è scritta in italiano, la lingua materna di cui la donna conserva un labile ricordo. Protagonista della storia è una santa che porta il suo stesso nome, Caterina. “Siena, 29 aprile 1380. Oggi, 29 aprile, è morta Caterina. Caterina la Santa, la preferita dal Signore. Oggi, 29 aprile, io, Giovanna da Fontebranda, comincio a scrivere la mia storia. Me l’ha domandato Caterina stessa”.

La narrazione è affidata a una donna che nel 1380 vive nello Spedale di Santa Maria della Scala, luogo di cura dei malati e di assistenza per i gettatelli, rifugio di viandanti e pellegrini lungo la Via Francigena. Un ospedale, sorto intorno all’anno Mille, coacervo di culture diverse ed emblema di convivenza tra laici e religiosi, tra ricchi e poveri. In questo luogo la donna è costretta a non vedere mai la luce del giorno, per una colpa segreta che porta fin dalla nascita. La lettura di queste pagine incuriosisce Catherine che decide di recarsi nella città che l’ha vista nascere. In questo modo la giovane avrà modo di scoprire le origini della madre, chi era veramente.

Attraverso il racconto di Giovanna, quelle voce lontane si fanno via via più vicine. Scoprendo il segreto che lega Giovanna allo Spedale e a santa Caterina, Catherine riuscirà a svelare i misteri del suo passato e a ritrovare se stessa.

Sabina Minardi è una giornalista dell’”Espresso”che dal 2008 tiene un blog dedicato ai libri, “Bookmarks, sul sito del settimanale.

Autore: Sabina Minardi
Titolo: Caterina della notte
Editore: Piemme
Anno di pubblicazione: 2017
Prezzo: 18,50 euro
Pagine: 384

/ 592 Articles

Alessandra Stoppini

Comments Closed

Comments for this post are now closed.