L’eretica di Dio

Viviana Filippini

Tagged: , ,

L'eretica di DioL’eretica di Dio di Rita Coruzzi (Piemme 2017). Rita Coruzzi, autrice di “Matilde”, il suo primo romanzo storico, è tornata in libreria con L’eretica di Dio, un avvincente biografia romanzata di Giovanna d’Arco (in francese Jeanne d’Arc; Domrémy, 6 gennaio 1412 – Rouen, 30 maggio 1431).


La storia prende il via a Domrémy, nel 1412, quando un’improvvisa eclissi di sole oscura il villaggio. La popolazione va in panico, interpreta questo evento come un qualcosa di catastrofico ma, per uno strano scherzo del destino, quando la piccola Giovanna, appena venuta al mondo nello stesso posto, piange, il sole torna a splendere. Un evento strano e inspiegabile per gli umili villani, che però non si fanno tante domande sull’accaduto e riprendono la loro vita, così come la piccola protagonista che cresce con la famiglia.

Tutto sembra andare bene, ma Giovanna ad un certo punto comincia ad avere delle visioni strane, mistiche, corredate da una voce che le parla: secondo lei, quella di Dio. Da quel momento l’esistenza di Giovanna cambia, tanto che la ragazzina si oppone al matrimonio pensato per lei dai genitori e si dedica anima e corpo alla preghiera, alla devozione. Il tutto per mettere in atto, quella che per un’adolescente (ha solo 16 anni) di umili origini (è figlia di contadini), è a dir poco un’impresa titanica e impossibile: salvare la Francia.

Sì, perché il regno francese è minato, da troppo tempo, da una lunga guerra contro gli inglesi. Giovanna percorre 2500 chilometri per raggiungere Carlo VII (detto il Delfino), per dargli i giusti indizi per aiutarlo a fronteggiare la disperata situazione in cui versa il suo paese. La pulzella agisce con decisione, perché è convinta di essere stata scelta da Dio per salvare la Francia piagata dalla guerra dei Cent’anni. Tanto coraggiosa lei, quanto poco dinamico il Delfino, un uomo apatico e debole, che non esita ad assecondare la giovane, nella speranza che ogni cosa da lei detta si avveri.
Giovanna d’Arco, umile pastorella diciassettenne e analfabeta, è così travolta dalla fede, dalla passione e dall’amor patrio da non rendersi conto che se, da una parte, ci sono coloro che la sostengono, dall’altra ci sono anche molti suoi detrattori, che la ritengono una pazza.

Il tutto si complica in modo irreparabile, quando Giovanna verrà catturata dai Borgognoni davanti a Compiègne, e venduta agli inglesi, i quali non esitarono a sottoporla a un processo per eresia, al termine del quale, il 30 maggio 1431, la giovane donna venne condannata al rogo e arsa viva.

Il romanzo di Rita Coruzzi è un fresco e appassionato ritratto di una ragazza – Giovanna d’Arco – che si vestiva da uomo per portare avanti la sua missione. Un agire che le permise di avere vita avventurosa e fugace, dove le parole di Dio e il sostegno di chi le voleva davvero bene (popolo e truppe da lei capeggiate) le permisero di compiere grandi imprese, miracoli compresi a quanto sembra.

Chi lo sa, forse furono proprio lo spontaneo coraggio, la fede, la grande forza d’animo e la tenacia di questa giovane pastorella a spaventare chi aveva il potere e a portare i suoi aguzzini a condannarla a morte. Certo è che Giovanna d’Arco, condannata a morte ingiustamente dalla Chiesa, che solo secoli dopo ne proclamerà la Santità, resta ancora oggi una figura di grande impatto emotivo e di fede, e il libro di Rita Coruzzi, L’eretica di Dio, fa comprendere ai lettori quanto sia stata assurda e ingiusta la condanna a morte ai danni di una ragazzina che con fare spontaneo, incarnò in modo concreto la rinascita contro la declino.

Rita Coruzzi è nata il 2 giugno 1986 a Reggio Emilia, dove tuttora risiede. Affetta da tetraparesi, in conseguenza di un intervento chirurgico andato male, dall’età di dieci anni è sulla sedia a rotelle. Diplomatasi al liceo classico della sua città, ha conseguito la laurea triennale in Lettere e si è specializzata in giornalismo presso l’università di Parma. Della sua esistenza ha fatto una battaglia quotidiana per dimostrare che non ci si deve arrendere mai e che è sempre possibile trovare in sé la forza interiore per affrontare qualsiasi prova. Con Piemme ha pubblicato diversi libri dedicati alla sua storia e alla sua scelta di fede e Matilde, il suo primo romanzo storico, vincitore del Premio Internazionale Michelangelo Buonarroti, del Premio Internazionale Stefano Zangheri e del Premio Internazionale Città di Cattolica.

Autore: Rita Coruzzi
Titolo: L’eretica di Dio
Editore: Piemme
Anno di pubblicazione: 2017
Prezzo: 18,50 euro
Pagine: 396

/ 18 Articles

Viviana Filippini

Comments Closed

Comments for this post are now closed.