Tre anime

Michela Gelati

Tagged: , , , , , , ,

cover“Tre anime” di Janie Chang (Fabbri 2014, pp. 462, euro 14.90) inizia con un fantasma. È quello di Leyin, giovane donna che nella Cina degli anni Trenta, nel periodo travagliato e poco raccontato delle lotte tra nazionalisti e comunisti, si innamora di un affascinante poeta comunista, scappa di casa per fare l’università sfidando la volontà paterna e viene punita con un matrimonio non voluto. Storia avvincente e tragica che Leyin racconta in compagnia delle sue tre anime, che la accompagnano dopo la morte – anima yin, yang e yun-, ognuna con una sua personalità ben definita e visioni diverse, e complementari, della vita della protagonista.

In un lungo flashback, intervallato dalle considerazioni e commenti caustici delle sue anime, Leyin ripercorre la storia di questa ragazza innamorata della vita, dei libri, delle feste e dei giardini profumati della casa di famiglia, che rischia tutto per amore di Hanchin, letterato e dissidente comunista,  e per poter andare all’università. Ma, così come la Cina dell’epoca, anche la famiglia di Leyin oscilla tra progressismo – nella cultura, nell’interesse per l’Occidente, nei modi aperti e curiosi del nuovo – e tradizionalismo negli affari famigliari. Per Leyin non ci sarà via d’uscita, né perdono: il padre la punisce nel modo peggiore, facendole sposare un uomo che non conosce e non ama. Impedendole di proseguire gli studi. Relegandola, al seguito del nuovo marito, in una sonnolenta cittadina di provincia dove il tempo pare essersi fermato.

Lì Leyin inizierà a conoscere il nuovo marito, avrà una figlia, amatissima, e infine, come già sappiamo morirà. In mezzo, una storia appassionante (che non si può svelare) di amore, tradimenti, vendette, che da una cittadina della provincia cinese si allarga alla grande storia dell’epoca. Per il suo romanzo, l’autrice si è ispirata alla storia vera della nonna, che il padre le raccontava quando era bambina. Ma la sua è anche una storia di donne, intere generazioni di donne cinesi che non hanno avuto la possibilità di scegliere la propria vita, ma hanno combattuto a lungo, e duramente, per provare almeno ad ottenerla.

 

Janie Chang è nata a Taiwan e ha vissuto nelle Filippine, Iran, Tailandia, Nuova Zelanda; ora vive in Canada. Per scrivere questo romanzo ha attinto alla storia della sua famiglia, vissuta in una piccola città cinese negli anni appena prima della Seconda Guerra Mondiale.

 

Autore: Janie Chang

Titolo: Tre anime

Editore: Fabbri

Anno di pubblicazione: 2014

Prezzo: 14.90

Pagine: 464

 

 

/ 111 Articles

Michela Gelati

Comments Closed

Comments for this post are now closed.