Rapporto italiani nel mondo 2014 – Fondazione Migrantes

Roberto Bisogno

Tagged: ,

rapIl IX Rapporto Italiani nel Mondo della Fondazione Migrantes – 47 approfondimenti elaborati da 55 autori dall’Italia e dall’estero – è uno strumento culturale che si propone di trasmettere informazioni, nozioni, conoscenze sull’emigrazione italiana del passato e sulla mobilità degli italiani di oggi, attraverso un linguaggio semplice e immediato. L’anno scorso il numero degli italiani emigrati all’estero è risultato superiore al flusso di lavoratori immigrati nel nostro Paese. L’Italia è tornato ad essere un paese di migranti: questo è certamente il dato del Rapporto annuale della Fondazione Migrantes, che alla maggior parte dei nostri concittadini apparirà sorprendente. “Fuga dal Belpaese” hanno titolato i quotidiani, evidenziando che 94 milioni di italiani in un anno (moltissimi gli under 35, fenomeno che ha toccato la Lombardia) hanno espatriato. La meta numero 1 è Londra, la capitale della Gran Bretagna.
Sono quasi quattro milioni e mezzo gli italiani sparsi nel mondo, un numero superiore alla somma degli abitanti delle due nostre maggiori città, Roma e Milano. Ed è una cifra certamente inferiore alla realtà perché comprende i soli iscritti all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE). Ma, quel che ci sembra più rilevante, è il numero dei nostri connazionali che si trasferisce all’estero che da qualche anno è in continua crescita: solo nell’ultimo anno (2013) se ne sono andati in più di 94 mila (contro i ca.79 mila del 2012). Si tratta in maggioranza di uomini (56,3%), non sposati nel 60% dei casi. La classe di età più rappresentata è quella dei 18-34 anni (36,2%) seguita dai 35-49 anni (26,8%) a conferma di quanto la grave crisi economica e la crescente disoccupazione siano le cause principali che spingono a trasferirsi all’estero. Il Regno Unito è il Paese verso il quale si sono diretti i recenti migranti (circa 13 mila) con un aumento “boom” del 71,5% rispetto all’anno precedente.
Il Rapporto, a cura di Delfina Licata, diviso in sette capitoli, ricco di analisi, riflessioni e dati (oltre cinquecento pagine di testo) offre un quadro articolato sul significato della mobilità italiana di oggi, sulle sue caratteristiche, sul trend che segue e sulle novità emergenti. E’, a nostro avviso, un indispensabile strumento informativo e di analisi su un complesso di problemi la cui importanza e dimensione prospettica non sembra sia ancora sufficientemente percepita in sede politica e nell’opinione pubblica.

Autori: Vari
Titolo: Il IX Rapporto Italiani nel Mondo della Fondazione Migrantes
Editore: Tau
Anno di pubblicazione: 2014
Prezzo: 20,00 Euro
Pagine: 521

/ 158 Articles

Roberto Bisogno

Comments Closed

Comments for this post are now closed.