La grande storia dei derby Genoa Sampdoria

Redazione

Tagged: , , , , , ,

genoa-sampIn libreria da fine marzo 2013, La grande storia dei derby Genoa Sampdoria (Edizioni della Sera) di Simone Arveda e Mattia Brighenti, è il quarto volume della collana “Traiettorie” dedicata ai derby d’Italia. Dopo Roma, Milano e Torino è la volta del palcoscenico genovese con le prefazioni di Emiliano Moretti e Daniele Gastaldello, capitani delle due formazioni liguri.

Sempre lì, da più di sessant’anni. Stadio Luigi Ferraris, via Giovanni De Prà: sempre lì, Genoa e Samp, Doria e Genoa. La prima squadra d’Italia, arroccata nella sua nobiltà impolverata, e i nuovi arrivati, giovani e spensierati, figli di quella Genova che ignorava il resto del Paese e portava la sua bandiera in tutto il mondo. È tutto qua, il derby. Può valere una salvezza o l’Europa, può rappresentare niente e tutto assieme.

Non c’è altro che conti di più, sotto la Lanterna: vincere per fare propria la città, per colorare una stagione, renderla indimenticabile, trionfare per regalarsi mesi e mesi da re. Da dogi, anzi. Che sugli spalti ci siano i distinti cinquantenni (giacca, cravatta e cappello, of course) del dopoguerra, i fumogeni che annebbiavano l’aria tra i Settanta e gli Ottanta, o ancora le monumentali coreografie dell’epoca d’oro e le enormi bandiere che riempiono oggi le gradinate, il derby di Genova muove sentimenti e passioni.

Comincia all’alba del ventesimo secolo, quando il Genoa sgomita con le antenate della Sampdoria, e continua passando da Verdeal a Baldini, dalle magie austriache di Ocwirk ai passi di danza latina di Abbadie, dalla lucida follia di Zigoni ai lampi di Cucchiaroni per arrivare alla fantasia tricolore di Vialli e Mancini e ai sogni europei di Skuhravy e Aguilera, e da lì ai gol di Milito e Cassano. Un film senza pause né intervalli, irrazionale e logico come solo qualcosa che nasce dal cuore sa essere.

Simone Arveda, genovese, classe 1982. Gira sui campi di calcio dal lontano 1998, partendo dai dilettanti ai tempi di Settimana Sport per arrivare a coprire, grazie all’agenzia Pegaso, Serie A, Champions League ed Europei. Giornalista professionista, strada facendo ha posato la penna per la macchina fotografica (piazzando così le sue foto sui principali giornali italiani e non). La riprende ora, per questa “Grande storia dei derby”.

Mattia Brighenti, genovese, classe 1983. Lui la penna non l’ha mai posata, dagli esordi sulle pagine locali di Repubblica, con cui tuttora collabora, ai lunghi anni passati a curare il calcio genovese per Metro. Sognando un’intervista esclusiva con Eddie Vedder dei Pearl Jam, scrive quotidianamente di Genoa e Samp su Genova24.it e CalcioLab.com e si occupa di cronaca davanti alle telecamere di Telecity – 7Gold. È al primo libro.

Autori: Simone Arveda – Mattia Brighenti
Titolo: La grande storia dei derby Genoa Sampdoria
Collana: Sport – Traiettorie
Pubblicazione: 25 marzo 2013
Pagine: 385
Prezzo: € 15,00
Formato: 14 x 21
ISBN: 978-88-97139-28-7

/ 436 Articles

Redazione

Comments Closed

Comments for this post are now closed.