Il viaggio della regina

Roberto Bisogno

Tagged: , ,

Il viaggio della reginaIl viaggio della Regina Noel Coward (Elliot, 2013) Fra le più apprezzabili caratteristiche della linea editoriale della Elliot c’è quella di riproporre opere di notevole spessore, grandi successi nel recente passato malauguratamente caduti nel dimenticatoio – come è avvenuto di recente con  l’”Autobiografia di Giuliano di Sansevero” di Andrea Giovene – e quella di far conoscere nel nostro Paese opere straniere di successo mai pubblicate nella nostra lingua.

E’ quest’ultimo il caso de “II viaggio della Regina”, unico romanzo del famoso commediografo inglese Noel Coward  pubblicato a beneficio dei lettori italiani, in questi giorni, nella traduzione della brava Daria Menicanti.

Nel libro la moglie di un ricco commerciante di Samolo, immaginaria isola del Pacifico, racconta gli effetti provocati nella colonia dell’impero britannico dalla notizia di una imminente visita ufficiale della regina Elisabetta II. La vita della piccola comunità inglese, che si trascina monotona tra le futili chiacchiere ed i pettegolezzi dei cocktail party, i bagni di sole in terrazza e altri insignificanti avvenimenti, viene improvvisamente animata  dall’eccitazione per il “grande evento”. Sono giorni frenetici quelli che precedono l’arrivo dei sovrani, in cui si moltiplicano le iniziative delle autorità  per organizzare al meglio l’accoglienza. Nascono comitati in cui nel corso di interminabili riunioni si affrontano e si scontrano la ambizioni di protagonismo e le piccole vanità dei “notabili” del luogo.

Non mancano gli episodi esilaranti punteggiati dai litigi in cui vecchie amicizie si rompono a causa di contrasti su chi avrà l’onore di essere presentato aila Regina e da altre amenità del genere. Insomma, una divertente satira dei riti e dei costumi di un mondo coloniale ormai scomparso ma quanto mai vivo in quegli anni, scritta secondo lo stile, tagliente e a tratti spumeggiante, della tradizionale commedia sociale inglese del secolo scorso.

Noël Peirce Coward (Middlesex, 16 dicembre 1899 – Blue Harbor, 26 marzo 1973) è stato un commediografo, attore e regista britannico. All’attività di scrittore, Coward ha unito, con successo, quella di attore, di regista, di compositore di canzoni e di produttore. Molte delle sue commedie vennero adattate per il grande schermo e per la tv. Le sue musiche e i suoi lavori teatrali sono stati utilizzati in moltissime produzioni, soprattutto negli Stati Uniti e nel Regno Unito, ma anche da registi e produttori francesi, greci, finlandesi, tedeschi, svedesi, jugoslavi, italiani, ungheresi e spagnoli. Ha lavorato come attore con Stanley Donen, Otto Preminger, Joseph Losey e David W. Griffith, con cui debuttò nel 1918. Tra i registi che girarono film tratti dalle commedie di Coward vanno ricordati, tra gli altri, Alfred Hitchcock, David Lean, Ernst Lubitsch. Nel 2008, Stephan Elliott firmò la regia di Un matrimonio all’inglese (Easy Virtue) tratto da una commedia di Coward.

Autore:  Noël Peirce Coward
Titolo: Il viaggio della regina
Editore: Elliot
Anno di pubblicazione: 2013
Pagine: 317
Prezzo: 17,50

/ 158 Articles

Roberto Bisogno

Comments Closed

Comments for this post are now closed.