Thomas Bernhard dice sì

Francesco Bove

Tagged: , , ,

si-guandaLa ristampa di “” di Thomas Bernhard (Guanda, 2012) non può che rendere felici i numerosi lettori dello scrittore austriaco. La storia è semplice : uno scrittore si isola dal mondo per portare a compimento i suoi studi scientifici ma questa condizione di solitudine lo porterà alla noia e all’esaurimento nervoso. Unica valvola di sfogo è Moritz, agente immobiliare da cui ha comprato casa, unico suo amico disposto a sopportare le lunghe invettive dello scrittore. La situazione cambia quando una coppia di svizzeri, così inizialmente presentata da Bernhard, irromperà con l’intenzione di acquistare un fondo da Moritz per costruire casa.

In realtà, poi, come un abile giallista, Bernhard, con una lente di ingrandimento,  analizzerà nel dettaglio la vita di questa coppia. Si scoprirà che la donna è, in realtà, persiana. Lo scrittore resta affascinato da lei e cominciano assieme una serie di passeggiate filosofiche e musicali dove parlano di Schopenhauer e Schumann e, un po’ come accade ad Harry del “Lupo della steppa” di Hesse quando incontra Erminia, anche lo scrittore comincerà a dare un senso alla sua vita.

Ogni opera di Bernhard trasuda lucidità e fervore, un’analisi spiccata della situazione politica del proprio paese e una denuncia mirata ai valori borghesi della nostra società. I suoi lunghi monologhi, spesso senza alcun segno di interpunzione, sono un fiume in piena travolgente, ridondante, aggrediscono il lettore che si trova inizialmente disorientato. Il ritmo ossessivo, incentrato sulla ripetizione, è un modo per incidere su pietra un concetto, rimarcarlo, spazzando via ogni regola di narrazione condivisa. Si focalizza sempre sugli stessi argomenti, si parte sempre da una condizione di disagio per indagare i vari aspetti della vita e del quotidiano.

Bernhard crea prima una frattura tra l’Io narrante e il lettore e poi opera, genialmente, un ricongiungimento grazie alla sua sagacia e alla sua forte ironia che riescono a ridicolizzare ogni piccola tragedia.

Thomas Bernhard è nato in Olanda nel 1931 ed è morto in Austria nel 1989. Tra le sue opere: Perturbamento, Il nipote di Wittgenstein, Il soccombente, Antichi Maestri ed Estinzione.

Autore : Thomas Bernhard

Titolo : Sì

Editore : Guanda

Anno di pubblicazione : 2012

Prezzo : 12,50 euro

Pagine : 148

/ 108 Articles

Francesco Bove

Comments Closed

Comments for this post are now closed.