Nella terra della nuvola bianca. Nuova Zelanda Terra Promessa

Alessandra Stoppini

Tagged: , ,

nella-terra-della-nuvola-biancaLa fascetta rossa che accompagna la copertina di “Nella terra della nuvola bianca” di Sarah Lark (Sonzogno 2012) descrive il romanzo come Il fenomeno editoriale dell’estate.

In effetti l’esordio narrativo dell’autrice, primo volume di un’avvincente saga epica scandita in cinque episodi che hanno come sottofondo la Nuova Zelanda, possiede tutti i requisiti per catturare e rapire l’attenzione dei lettori. Land of the White Cloud cioè Terra dalla lunga nuvola bianca è uno dei tanti nomi per definire quel suggestivo luogo che i Maori (popolo polinesiano diffuso principalmente nel nord della Nuova Zelanda) anticamente chiamavano Aotearoa. Quelle due isole principali (Isola del Nord e Isola del Sud) che insieme a numerose isole minori sono il teatro del coraggio e dell’ardimento di due donne straordinarie: Helen Davemport e Lady Gwyneira Silkham. Inghilterra 1852.

La Chiesa Anglicana di Christchurch, Nuova Zelanda, cerca giovani donne di sani principi, che abbiano a cuore la cura della casa e l’educazione dei figli, interessate a convolare a giuste nozze con membri di ottima reputazione e buona posizione sociale della nostra comunità”. Helen, figlia di un pastore protestante dal quale “aveva ricevuto un’educazione severa”, istitutrice a casa Greenwood aveva letto con interesse quest’annuncio apparso “sull’ultima pagina del giornale della chiesa”. Per una donna come lei che leggeva segretamente A Vindication of the Rights of Woman dell’attivista per i diritti femminili Mary Wollstonecraft, la Nuova Zelanda, una “colonia giovane, autonoma solo da pochi anni” nel mezzo dell’Oceano Pacifico dall’altra parte del globo, rappresentava la terra promessa dove iniziare una nuova vita. La comunità “fondata quasi esclusivamente da buoni cristiani britannici” cercava giovani in cerca di marito, perché “non era un segreto che oltremare vi siano più uomini che donne”. Per la giovane Gwyneira appena diciassettenne il cui volto “era dominato da grandi occhi d’un blu molto intenso”, la Nuova Zelanda esprimeva una sfida, un luogo ideale per chi aveva desiderio di avventure giacché non vi sono “temperature eccessive, non ci sono paludi malsane come in India, non ci sono nativi sanguinari come in America né coloni criminali come in Australia…”. “Che ne direste di giocarvi… la mano di vostra figlia?” aveva proposto Gerald Warden all’impoverito Lord Terence Silkham il quale preda dei fumi alcolici aveva incautamente accettato e… perso. Warden, magnate della lana aveva intuito che Gwyneira (Biancaneve in lingua gallese) “non aveva niente in comune con il mondo in cui viveva” e per questo desiderava che la ragazza sposasse suo figlio Lucas. “In Nuova Zelanda si è uomini solo se si ha il coraggio di osare”.

Im Land der weissen Wolke è il racconto emozionante e allettante di due giovani donne volitive che si incontreranno sulla nave Dublin che fa rotta verso una meta lontana che proprio nella metà dell’Ottocento stava diventando “di grande interesse economico”. Helen e Gwyneira non hanno mai visto il volto dei loro futuri mariti. Cosa troveranno in quel “paradiso dei mari del Sud”? Amore e disillusione, sogni infranti e cuori spezzati, animi perversi e crudeli, esotismo di “una terra ancora da scoprire” e sprezzante colonialismo. Sarah Lark ha mescolato abilmente tutti questi ingredienti e il risultato si è rivelato vincente. Non aggiungiamo altro per non togliere l’effetto sorpresa a tutti i lettori che sceglieranno in libreria Nella terra della nuvola bianca, che ha venduto oltre un milione di copie in Germania, prima di partire per le vacanze. “Quando la nave si avvicinò alla terraferma, iniziarono a intravedersi le cime delle montagne che svettavano oltre le nubi, e poi scogliere frastagliate e scoscese dietro cui si innalzavano altre nubi. Era una visione singolare: sembrava che i monti fluttuassero in quell’ovattato candore”.

Sarah Lark ha lavorato per molti anni come guida turistica e ben presto si è innamorata della Nuova Zelanda che l’ha stregata con i suoi paesaggi dalla bellezza quasi irreale. Nella terra della nuvola bianca tradotto da Helen Velardo è il suo primo romanzo.

Autore: Sarah Lark

Titolo: Nella terra della nuvola bianca

Editore: Sonzogno

Anno di pubblicazione: 2012

Prezzo: 21,50 euro

Pagine: 512

/ 592 Articles

Alessandra Stoppini

Comments Closed

Comments for this post are now closed.