Volevo essere un grande chef. Intervista a Loredana Limone

Daniela Allocco

Tagged: , ,

volevo-essere-un-grande-chefVolevo essere un grande chef” (Cult Editore), scritto da Loredana Limone è libro piacevole e gustoso, un ricettario un po’ insolito. Ogni racconto è infatti introdotto da una ricetta che diventa poi il pretesto del racconto stesso. un perfetto mix di gusto, sentimento, gioia e tristezza, sacro e profano.  Troviamo un menù completo, con piatti semplici da rifare e perché no da provare, ma anche tante storie diverse tra loro che hanno  in comune i sentimenti della passione, dell’amore e della realtà che viviamo tutti i giorni.

A parlarci del libro è direttamente l’autrice, che ha risposto ad alcune nostre domande.

“Volevo essere un grande chef” è un libro di racconti o un libro di ricette? Come lo definirebbe?
“Sono racconti la cui particolarità è quella di essere stati ispirati da una pietanza, o che ruotano intorno ad essa.”

Ad ogni racconto corrisponde una ricetta spiegata nei minimi dettagli con ingredienti, dosi e passaggi della preparazione. Ci racconta com’è nato questo libro?
“Ho ideato e conduco da diversi anni un laboratorio di scrittura creativa gastronomica. I racconti di questo libro sono stati scritti lì, degustando le leccornie ad essi abbinate, insieme con i miei allievi.”

Il titolo del suo libro è “Volevo essere un grande chef”. È un caso la scelta di questo titolo o c’è qualcosa di autobiografico?
“C’è sicuramente dell’autobiografia, ma sono una perfezionista e i miei risultati in cucina non mi soddisfano mai. Perciò dico (mi illudo) di saper cucinare meglio con la penna.”

Tra tutti i racconti e le ricette che ci sono nel libro, qual è il suo preferito?  E invece qualche consiglierebbe ai lettori di provare?
Il racconto che preferisco è “Come tutti i bambini del mondo”: la storia di Dalila e della sua gamba che Gesù guarì. Credo fermamente che, senza il Suo aiuto, noi uomini potremmo fare ben poco. E trovo delizioso il pane ai datteri. Ma suggerirei ai lettori di provare anche la bouillabaisse, la zuppa di pesce tipica del sud della Francia, che è davvero squisita. Magari, visto che Natale è prossimo, la si potrà portare in tavola la sera della vigilia.”

A breve uscirà un suo nuovo libro. Ci può già dire di cosa si tratta?
“Sì, in primavera pubblicherò un romanzo con Guanda: una fiaba per adulti ambientata in un borgo medievale ai giorni nostri che ruota intorno a… be’, ve lo racconterò a tempo debito.”

Autore: Loredana Limone

Titolo: Volevo essere un grande chef
Editore: Cult Editore
Anno di pubblicazione: 2010
Prezzo: 12 euro
Pagine: 180

/ 33 Articles

Daniela Allocco

One Comment

  1. Stefano Giovinazzo

    stefano.giovinazzo@ilrecensore.com

    oppure se ci lasciate un numero di telefono verrete ricontattati.

    Grazie.