Lupin e la dimora misteriosa

Francesco Bove

Tagged: , , , ,

lupin-excelsiorIl nostro caro Arsenio Lupin, abbandonate le vesti di Jim Barnett, è pronto per rituffarsi in una nuova avventura, nelle vesti di un nuovo personaggio. In “Arsène Lupin. La dimora misteriosa“(Excelsior 1881) oggetto conteso è una splendida tunica ornata di diamanti preziosi, realizzata dal venditore di diamanti Van Houben.

Questa magnifica tunica sarà indossata dalla bellissima attrice Regina Aubry in occasione di una rappresentazione teatrale, durante la quale la stessa sarà rapita e spogliata della stessa. Ed ecco che Lupin insieme all’ingenuo e  maldestro ispettore Bechoux, incaricato da Van Houben di proteggere la tunica,  iniziano ad indagare sul mistero del furto. Un mistero che raccoglie in se tantissimi altri misteri, che si complicano ma che si collocano nello stesso piano quando dopo pochi giorni dal crimine ci sarà il sequestro di un’altra giovane attrice, Arlette Marzolle, la quale tempo dopo sarà essa stessa oggetto bramato per amore.

Il  mistero ha  radici profonde  e trova spiegazione in un amore passato, quello di un uomo per la sua quotidianità prima che verso coloro che amava, un segreto che si ripercuoterà come una punizione divina su una famiglia . Anche in questo episodio a  contrastare Lupin c’è un abile antagonista, un nemico meritevole di astuzia quanto il nostro beniamino che gli darà filo da torcere non solo per il bottino prezioso ma soprattutto in amore e  che infine dovrà arrendersi alla naturale ingegnosità di  spirito d’ osservazione del nostro eroe.  Come in ogni avventura, in gioco per Lupin non ci sono solo beni materiali ma qualcosa per egli ha un valore più profondo, cioè l’amore, regalandoci quindi un finale davvero romantico.

Con questo episodio, scritto nel 1921, Maurice LeBlanc mette in rilievo un Arsenio Lupin sempre più scaltro, oltre le sue normali doti entrano in gioco soprattutto l’esperienza, che lo rendono ormai un personaggio che gioca di anticipo piuttosto  che di intuito. Le pagine scorrono veloci e questo dà al lettore la possibilità di entrare nel meccanismo degli avvenimenti con tempi celeri che mantengono con il fiato sospeso fino all’ultima pagina.

Lupin è un personaggio eterno, non è un semplice ladro ma l’ eroe del ceto medio, che cerca il riscatto economico e sociale contro  coloro che  gli hanno sottratto tramite leggi da essi promulgati  per auto legittimarsi e schiacciare i più deboli. Si tratta, infatti, di lotta di classe,  prima che storia e avventura.   Lupin applica allora  il principio  della legge naturale, quella del più forte, del vincente,  cioè di colui che arriva in alto contando solo sulla forza  delle sue capacità mentali e fisiche, vince sul nemico con correttezza e non con sopruso.

Maurice LeBlanc è uno scrittore francese conosciuto principalmente per aver creato la figura di Arsène Lupin. Considerato poco più che uno scrittore di storie brevi, il suo personaggio comincia ad avere successo sull’onda dell’entusiasmo per Sherlock Holmes di Conan Doyle.

Autore: Maurice Leblanc
Titolo: Arsène Lupin. La dimora misteriosa
Editore: Excelsior 1881
Anno di pubblicazione: 2010
Prezzo: 12,50 euro
Pagine: 264

logo_unilibro
Acquista su Unilibro.it

/ 108 Articles

Francesco Bove

Comments Closed

Comments for this post are now closed.