La biblioteca dei segreti

Alessandra Stoppini

Tagged: , ,

biblioteca-dei-segretiL’incipit de “La biblioteca dei segreti” di Rachel Hore (Corbaccio) traduzione di Chiara Brovelli, ci conduce in una trama affascinante che ha“il firmamento stellato come protagonista. Sono così piccoli e casuali gli avvenimenti che determinano il destino di ciascuno di noi”.

Nel giugno del 2008 Jude Gower che lavorava a Londra presso il reparto libri e manoscritti della casa d’aste Beecham’s a Mayfair ricevette una telefonata che avrebbe cambiato il corso della sua vita. Jude non poteva sapere che stava per accadere qualcosa di importante… qualcosa che a prima vista non avrebbe avuto alcun significato”. Robert Wickham che abitava nella dimora di Starbrough Hall nel Norfolk settentrionale aveva deciso di vendere all’asta la collezione di libri, diari, manoscritti di testi del XVIII Secolo di astronomia appartenuti al suo avo Anthony, il quale si dilettava a scrutare le stelle in una torre “nota come folie di Starbrough” appositamente costruita nel bosco. Jude aveva in tal modo l’occasione di tornare nella Contea di Norfolk dove abitava la sua famiglia in una “graziosa villa palladiana” costruita nel 1720 a tre chilometri dal villaggio di Starbrough Hall “dall’illustre Edward Wickham, sulle rovine bruciate del vecchio maniero di Starbrough”. Appena la giovane donna si trovò a catalogare i preziosi documenti dell’astronomo dilettante si rese conto che esistevano delle inquietanti analogie con la propria storia personale, legate a un incubo ricorrente che sembrava tramandarsi tra le componenti femminili più sensibili della sua famiglia, lei compresa. Cammina in una foresta buia. Incespica. Si è smarrita, e chiama sua madre. Si sveglia sempre prima della fine, pertanto non sa se riesce a trovarla, ma è tutto così vivido…”.

A place of secret è l’ultimo volume di una scrittrice che conosce il cuore delle donne le loro emozioni e i loro sentimenti. La figlia adottiva di Anthony Esther è la stella guida ideale per svelare il mistero che circonda il romanzo. Jude scoprì nella biblioteca il diario della giovane “avevo otto anni quando conobbi mio padre”. Nell’osservatorio astronomico in cima alla torre un padre e una figlia nell’illuminista Settecento scrutavano il cielo alla scoperta di Marte e Venere “il signore e la signora della notte, sospesi come lampade nell’orizzonte”. Con il telescopio puntato verso il cielo Esther nel buio della notte illuminato dalle stelle scorgeva Vega “una delle stelle più luminose del firmamento” o la nebulosa di Ercole alla ricerca del mistero millenario che avvolge le stelle così lontane eppure così vicine.

Sono molte le curiosità scientifiche del Settecento che il lettore avrà modo di imparare leggendo questo libro scritto con uno stile scorrevole e sicuramente avvincente. Molto bella la figura positiva di Jude che sarà in grado di iniziare una nuova vita serbando sempre il tenero ricordo del marito Mark, che “come una stella cadente era scomparso oltre il margine del suo mondo”. Personaggi, luoghi romantici e indimenticabili, antichi monili, passato e presente è tutto collegato in un fantastico intreccio nel quale non si possono non ammirare e apprezzare i raffinati meccanismi della mente di Anthony Wickham insieme alla sua devozione per la sua unica passione: l’universo stellato. Un uomo dalla mentalità anticipatrice la cui solitudine, eccentricità e genialità ricorda alcuni versi del leopardiano Canto notturno di un pastore errante dell’Asia amato e imparato a scuola “E quando miro in ciel arder le stelle; Dico tra me pensando: A che tante facelle? Che fa l’aria infinita e quel profondo Infinito Seren? Che vuol dire questa Solitudine immensa? Ed io che sono?”

Rachel Hore è responsabile per la narrativa di una casa editrice londinese e scrive dal 2001. Collabora con il Guardian, L’Independent on Sunday e Literary Reviews, e insegna Editoria presso l’University of East Anglia. Vive a Norwich, nel Norfolk, con il marito lo scrittore D.J. Taylor e i loro tre figli. Il suo primo romanzo, Una casa da sogno, è stato pubblicato con successo da Corbaccio, seguito da Il giardino dei ricordi (anche in edizione TEA) e La figlia del decoratore.

Autore: Rachel Hore
Titolo: La biblioteca dei segreti
Editore: Corbaccio
Anno di pubblicazione: 2011
Prezzo: 19,60 euro
Pagine: 438

/ 592 Articles

Alessandra Stoppini

Comments Closed

Comments for this post are now closed.