James Rollins e “La via d’oro” tra avventura e archeologia

Chiara Pieri

Tagged: , , ,

la-via-doro_James Rollins, dopo l’Altare dell’Eden, ci regala un altro libro di avventura, La via d’oro (Editrice Nord, 2011). Un romanzo legato questa volta non più alla scienza, ma all’archeologia.

Fantasia e documentazione sul mondo  degli Inca si intrecciano in un percorso pieno di imprevisti, sorprese e pericoli.

Un archeologo inglese ha effettuato degli scavi nel cuore delle Ande e ha ritrovato una mummia, che si rivela essere un missionario spagnolo del XVI secolo. Nel cranio della mummia, sottoposta a esperimenti di laboratorio, si ritrova una sostanza assai simile all’oro, ma con proprietà ancora  sconosciute. Nel frattempo il professore, che si è recato in Inghilterra per compiere delle verifiche scientifiche sul suo reperto, ha lasciato nel campo degli scavi il nipote Sam, insieme a un gruppo di aiutanti. La troupe prosegue l’esplorazione e si imbatte in una misteriosa strada completamente lastricata d’oro.

Sam e  i suoi amici si addentrano nei sotterranei e si trovano davanti a una strana necropoli, abitata da presenze aggressive e fantasmatiche. Dopo peripezie e estremi pericoli, il gruppo riesce a uscire all’aperto, ma la sostanza simile all’oro ha troppe virtù, per non attrarre uomini pronti a tutto. La sopravvivenza degli archeologi è in serio pericolo.

Il libro è un succedersi di eventi, di intrecci e di scontri fra persone animate da intenzioni contrastanti. C’è il fascino esotico delle Ande e quello di una mitica Eldorado moderna. C’è la continua voglia di ricerca degli archeologi e c’è la brama di potere dei senza scrupoli. Pagina dopo pagina, La via d’oro si legge con il fiato sospeso, grazie a una trama imprevedibile e intricata, che trae spunto dall’archeologia per immettere in lettore in un labirinto di avventure. In conclusione: Indiana Jones docet.

James Rollins è stato per vari anni un apprezzato veterinario ma, a un certo punto della sua vita, ha deciso di anteporre al lavoro le sue grandi passioni: la speleologia, le immersioni subacquee e soprattutto la scrittura. Fin dal suo esordio, si è segnalato come una della voci più nuove e convincenti nel campo del romanzo d’avventura; grazie a La mappa di pietra, L’ordine del sole nero, Il marchio di Giuda, La città sepolta, L’ultimo oracolo, La chiave dell’apocalisse e L’altare dell’Eden, ha raggiunto un meritatissimo successo di pubblico e critica. Attualmente vive in California.

Autore: James Rollins
Titolo: La via d’oro
Editore: Nord
Anno di pubblicazione: 2011
Pagine: 420
Prezzo: 19,60 euro

/ 155 Articles

Chiara Pieri

Comments Closed

Comments for this post are now closed.