Metro 2034

Mario Petillo

Tagged: , , , ,

metro2034-libroMetro 2034. Dmitry Glukhovsky un anno fa conquistò il mercato dei libri grazie al suo fantascientifico romanzo Metro 2033: apocalittico e allo stesso tempo noir, Metro 2033 ispirò anche un videogame per Pc e XBox360 che riuscì a confermare il successo del romanzo. Ora il seguito, Metro 2034, è pronto ed è arrivato nelle nostre librerie riproponendo la guerra più ostica che Mosca abbia mai vissuto.

Recensione di Metro 2034

Metro 2034 (Multiplayer, 2011) è ambientato esattamente un anno dopo i fatti accaduti in Metro 2033. Siamo ancora alla Sevastopolskaya della metropolitana di Mosca. L’homo sapiens non ha più spazio per restare sulla terra e deve respingere la tremenda avanzata dei mostri proveninenti da Chertanovskaya.

Gli umani si addestrano come una novella Sparta e si preparano ad assaltare i mostri o respingere i loro attacchi: creano poi centrali elettriche si riescono a tenere attive le ultime resistenze, ma il problema focale sta nella troppa lontananza dal centro, rimasto oramai disabitato. L’unico baluardo attivo al nord è Tulskaya, che rifornisce la basa di Sevastopolskaya con munizioni e rifornimenti: tutto sembra continuare al meglio quando Tulskaya smette di rispondere alle chiamate. Questo è l’inizio della fine.

Le difficoltà di un giovane trasmesse in un romanzo: Glukhovsky ha dichiarato di aver vissuto molto tempo in metropolitana da giovane a Mosca, per spostarsi tra la scuola e casa sua. Questa tragica esperienza, che può essere per un qualsiasi ragazzo che non sopporta i mezzi pubblici, è diventato uno dei romanzi sci-fi più sui generis del momento.

Una storia di scelte, un romanzo introspettivo che riuscirà ad aggiungere anche un aspetto sentimentale grazie al personaggio di Sasha. La Mosca in rovina e le chimere create in maniera genetica vi lanceranno in un modo tragico e carico di paura e spavento: un’immersione totale in un mondo che difficilmente non apprezzerete.

Dmitry Glukhovsky è un giornalista e uno scrittore russo nato nel 1979 a Mosca: il suo primo romanzo, Metro 2033, è stato un capolavoro assoluto per la Russia. Oltre al successo ottenuto con lo sci-fi, lo scrittore si è fatto riconoscere anche come patriota scrivendo Storie di Patria, dei racconti che criticano l’attuale Russia a favore di quella di un tempo. Il suo nuovo romanzo, Metro 2034, ha pubblicato 300mila copie in 6 mesi.

Autore: Dmitry Glukhovsky
Titolo: Metro 2034
Editore: Multiplayer.it
Anno di pubblicazione: 2011
Prezzo: 19 euro
Pagine: 459

/ 15 Articles

Mario Petillo

Comments Closed

Comments for this post are now closed.