La sola idea di te: vivere in tempo di guerra

Alessandra Stoppini

Tagged: , ,

la_sola_idea_di_teLa sola idea di te” (Neri Pozza, 2011) di Rosie Alison, traduzione di Chiara Brovelli, è ambientato nel North Yorkshire Moors “una delle zone più selvagge e affascinanti di tutta l’Inghilterra”. Secondo la Guida alle dimore storiche d’Inghilterra Ashton Park immersa nella “brughiera deserta e remota punteggiata qua e là di pecore silenziose o di sentieri seminascosti dalla vegetazione” è una delle residenze più belle “teatralmente calata in mezzo al suo immenso parco”.

Da vari anni la villa e i suoi giardini sono aperti al pubblico, perché l’ultima erede degli Ashton ha donato la tenuta al National Trust. Un album di foto conservato nel piccolo studio della magione raccoglie foto di bambini di ogni età in calzoncini e casacca grigia. Nel 1939 Ashton Park “ha ospitato un collegio per giovani studenti evacuati da Londra”. Anna Sands è una vivace bambina di otto anni partita da Londra insieme a tanti altri ragazzini verso la campagna inglese ed è stato il caso a farla arrivare ad Ashton Park. Il giorno della partenza l’1 settembre del ’39 mentre il treno di Anna sfreccia verso lo Yorkshire per sfuggire ai futuri bombardamenti, l’esercito tedesco varca la frontiera polacca decretando l’inizio della II Guerra Mondiale. Da qui parte la nostra storia…

The very thought of you è il primo romanzo dell’esordiente produttrice Rosie Alison, la quale ambienta la trama in un periodo cruciale della storia inglese più recente quando un intero popolo si mobilitò contro l’avanzante potenza nazista. Gli occhi curiosi di Anna scoprono un nuovo mondo e nuovi personaggi ricchi di fascino come Thomas “la sua infanzia era stata pervasa dalla storia” ed Elisabeth Ashton che appartengono all’upper class inglese. Thomas è costretto a vivere su di una sedia a rotelle dopo essere stato colpito dalla poliomielite, la bella Elisabeth dai folti capelli scuri che assomiglia a Vivien Leigh nasconde dentro di sé una grande amarezza: non riesce a diventare madre. “Il dolore di Elisabeth era anche il suo: che cos’erano, si chiese, se non una coppia senza figli che viveva in una grande casa, circondata dai figli degli altri?”. Nella dimora di Ashton Park non più teatro del fragoroso muro di silenzio che divide la coppia, la sensibilità di Anna assiste, testimone involontaria, ai segreti di Thomas ed Elisabeth. La vita di Lord Ashton desta la compassione di Anna mentre la bambina ammira l’apparente rigida compostezza della padrona di casa.

Perfetta ricostruzione storica e cura di ciascun dettaglio in questo volume dallo stile delicato ed elegante che a sorpresa è stato finalista all’Orange Prize for Fiction 2010. Nella pagina dei ringraziamenti l’autrice precisa che “Clifford Norton e la moglie sono gli unici personaggi reali di questo romanzo… i quali furono testimoni di alcuni degli eventi più importanti del loro secolo”. Una melodia sentimentale The Very Thought of you di Ray Noble unisce i cuori lontani dei genitori di Anna, Roberta e Lewis “I see your face in every flower, your eyes in stars above. It’s just the thought of you, the very thought of you, my love…”. Nello Yorkshire invece due anime alla deriva Thomas e Ruth, “la giovane insegnante di Plimlico dai capelli biondo – rossi” si stanno innamorando.”… e la notte restavano svegli entrambi pensando a quel sentimento che stava sbocciando”.

In questa grave ora, forse la più fatidica della nostra storia invio in ogni casa del mio popolo sia in patria che oltremare questo messaggio rivolto con la stessa profondità di sentimenti a ciascuno di voi come se fossi capace di varcare la vostra soglia e parlarvi personalmente. Per la seconda volta nella vita di molti di noi, noi siamo in guerra”. È The King Speech di Tom Hooper nel quale il Re Giorgio VI/Colin Firth pronuncia il suo primo discorso di guerra alla nazione che lo sta ascoltando via radio. “Ci viene richiesto di affrontare la sfida di un principio che se dovesse prevalere sarebbe fatale per ogni ordine civile nel mondo. … Io ora richiamo il mio popolo in patria e il mio popolo oltremare… calmi, saldi e uniti… il compito sarà arduo, la guerra potrebbe non essere più confinata al campo di battaglia… È la guerra contro Hitler che andrà combattuta e vinta facendo ciascuno il proprio dovere sia ad Ashton Park, sia a Londra dove Roberta, la madre di Anna, lavora presso la BBC e sia nel lontano Egitto dove Lewis si trova con l’esercito. Se tutti noi rimarremo risolutamente fedeli a questo, allora con l’aiuto del Signore riusciremo a prevalere”.

Rosie Alison ha insegnato Letteratura Inglese al Keble College di Oxford, Film Producer della Heyday Films, la società di produzione della saga di Harry Potter. Vive a Londra con il marito e due figlie.

Autore: Rosie Alison
Titolo: La sola idea di te
Editore: Neri Pozza
Anno di pubblicazione: 2011
Prezzo: 17 euro
Pagine: 351

/ 592 Articles

Alessandra Stoppini

Comments Closed

Comments for this post are now closed.