Paul Auster con “Sunset Park” ed il peso del destino

Chiara Pieri

Tagged: , ,

sunset-parkNel suo ultimo e bel romanzo, “Sunset Park” (Einaudi, 2010) Paul Auster affronta un tema particolarmente attuale negli Stati Uniti, quello degli sfratti da appartamenti che gli inquilini non riescono più a pagare.

Ma il tema è solo parzialmente centrale: nel libro polifonico, dove i vari personaggi prendono vita, emerge l’esistenza nella sua profondità, con le sue ferite e i suoi amori, le difficoltà dei rapporti genitori- figli e la ricerca di una casa come centro di affetti.

Il protagonista Miles Heller vive in Florida e conduce un’esistenza appagante. Ha trovato un lavoro:

constatare lo sfratto degli alloggi abbandonati; ha incontrato l’amore, una ragazza cubana vitale e molto intelligente. Tuttavia Pilar, questo è il nome della fanciulla, è ancora minorenne e ha tre sorelle. E’ andata a vivere con lui con il loro consenso, ma Angela, la più grande, ricatta Miles . Egli decide così di trasferirsi a New York finché Pilar avrà raggiunto la maggior età. Intende inoltre fare i conti con il suo passato, segnato da una ferita segreta, che lo ha allontanato per più di sette anni dai genitori. Va a vivere in una zona periferica della città in Sunset Park, in una casa di legno abbandonata, che è diventata la residenza del suo amico Bing e di altre due giovani ragazze. Miles si mette alla ricerca dei suoi genitori, tenta di chiarire i malintesi, riesce a recuperare alcuni affetti, ma il destino o il caso ritorna a farsi presente nella sua vita, dopo uno sfratto  subito questa volta dai quattro amici di Sunset Park.

Sunset Park è un romanzo suggestivo a più voci: quasi ogni capitolo reca il nome di un personaggio di cui vengono approfonditi pensieri e sentimenti, tanto da renderlo credibile agli occhi del lettore. Le vicende, le emozioni e i dolori acquistano rilievo sulla pagina e rivelano la maestria di Paul Auster, che sa restituire con acume quel guazzabuglio che è il cuore umano e l’esistenza stessa con le sue conquiste e le sue ferite.

Paul Auster è nato nel 1947 a Newark (New Jersey). Delle sue opere Einaudi ha in catalogo: L’invenzione della solitudine, Trilogia di New York, Nel paese delle ultime cose, Moon Palace, Leviatano, Mr Vertigo, Smoke & Blue in the Face, Lulu on the Bridge, Timbuctú, Sbarcare il lunario, Esperimento di verità, L’arte della fame, Ho pensato che mio padre fosse Dio, Il libro delle illusioni, La notte dell’oracolo, Follie di Brooklyn, Gioco suicida, Viaggi nello scriptorium, Uomo nel buio, La musica del caso, Invisibile e Sbarcare il lunario. Nel 2006 sono uscite le poesie di Affrontare la musica, nel 2009 la sceneggiatura La vita interiore di Martin Frost, da cui è stato tratto l’omonimo film diretto da Auster, e il volume Romanzi che riunisce la Trilogia di New York, Nel paese delle ultime cose e Moon Palace.

Autore: Paul Auster
Titolo: Sunset Park
Editore: Einaudi
Anno di pubblicazione: 2010
Prezzo: 19,50 euro
Pagine: 222

/ 155 Articles

Chiara Pieri

Comments Closed

Comments for this post are now closed.