Apocalisse a domicilio: una morte annunciata

Chiara Pieri

Tagged: , ,

apocalisse-a-domicilioChe cosa fareste voi se una sensitiva, che sembra conoscere i segreti più intimi degli altri, annunciasse a vostro fratello che morirete entro 2 mesi? “Apocalisse a domicilio” (Marsilio) di Matteo M. Bianchi con tutto ciò che ne deriva.

Un giovane autore televisivo, abituato a una massacrante vita di routine, riceve dal fratello la predizione che morirà entro due mesi. Una sensitiva, che conosceva i più intimi segreti della sua vita, glielo aveva preannunciato. La prima reazione del protagonista è di scetticismo. Ma ben presto si affacciano dubbi e paure: e se la predizione fosse vera? E’ vita quel lavoro stressante che lo vede impegnato fino a sera? Cosa fare di quel resto di esistenza che resta da vivere. L’unica soluzione sembra essere quella di mettersi in viaggio e rivivere gli amori perduti.

Prima tappa è la Sardegna dove la vecchia compagnia lo accoglie con calore, ma il protagonista è un omosessuale. Vuol ritrovare il suo amico Michele, un bellissimo ragazzo con un fisico statuario. L’incontro avverrà ma non sarà una cosa semplice. Michele ha un nuovo compagno bello e introverso, cede per quel ricatto che gli propone il protagonista: potrebbe essere l’ultima volta.

Il nostro non si dà per vinto e va alla ricerca del suo primo amore: una compagna di scuola, ormai sposata e con figli. Di fronte alla possibilità della morte cadono divieti e tradimenti. Non contento il nostro prende un aereo e si reca a San Francisco, incontra Jason, un suo vecchio amico, e l’intesa pare totale. Così la predizione gli ha consentito di rivivere gli amori del suo passato e renderli attuali. Di porsi delle domande sul suo lavoro e il suo significato, di riaccettare la fatica di tutti i giorni. Ma si avvererà la profezia? Che ne sarà del nostro e del suo futuro?

Il libro si legge con passione per il tono colloquiale e ironico con cui è scritto. Induce inoltre a riflettere su ciò che ha dato senso alla nostra vita e che vorremmo riattualizzare, magari solo per un attimo, non da ultimo aiuta a recuperare fiducia nella propria fatica quotidiana.

Matteo B. Bianchi ha scritto i romanzi Generations of love (1999), Fermati tanto così (2006), usciti per Baldini Castoldi Dalai editore. Ha pubblicato inoltre il memoriale Mi ricordo (Fernandel, 2004) e la favola Tu Cher dalle stelle (Playground, 2006). Nel 2008 ha curato, con Giorgio Vasta, il Dizionario Affettivo della Lingua Italiana (Fandango). E’ uno degli autori dello show televisivo «Victor Victoria», in onda su La7. Scrive sul blog matteobblog.splinder.com e dirige on-line la sua personale rivista di narrativa, ‘tina (www.matteobb.com/tina).

Autore: Matteo B. Bianchi
Titolo: Apocalisse a domicilio
Editore: Marsilio
Anno di pubblicazione: 2010
Prezzo: 18 euro
Pagine: 239

/ 155 Articles

Chiara Pieri

Comments Closed

Comments for this post are now closed.