Risveglio dei draghi

Roberto Nicola

Tagged: , , , ,

il-risveglio_draghiPer gli appassionati di fantasy, torna Julia Conrad – pseudonimo sotto il quale si cela la scrittrice austriaca Barbara Buchner – con l’uscita de”Il risveglio dei draghi” (Nord, 2010), il secondo volume della trilogia dei draghi. Nel mondo di Chatundra, messo in salvo dai Tredici uomini, dopo che il dio Sole Phuram – spalleggiato dai draghi malvagi, aveva spodestato le dee dragonesse – la pace sembra essere tornata.

Ma a rompere l’armonia ci pensa il drago Urchulak, prigioniero nelle profondità della terra, a seguito delle malefatte compiute nel primo volume. Insieme all’aiuto di tre basilischi, brama di conquistare una volta per tutte il mondo di Chatundra, instaurando un regno comandato da una nuova stirpe di uomini e draghi.

Come in tutte le belle favole, non mancherà chi vorrà impedire che i cattivi la facciano franca. Una profezia narra che sette prescelti, superate ardue prove, saranno in grado di affrontare il malvagio Drago Urchulak e guardare al destino che toccherà loro in sorte.

Tra saghe tolkeniane e scuole di maghetti, accompagnate dai successi cinematografici, “Il risveglio dei draghi“- e forse la trilogia tutta – non sarà certo ricordata da un pubblico che non sia  di nicchia. Anche se ben scritto, l’intreccio degli eventi, nonché lo sviluppo dei personaggi, non si scosta di molto da un modello narrativo che spesso rende simili tutte le pubblicazioni di questo genere.Una lettura più adatta ai giovanissimi e agli amanti dei draghi.

A chi abbia già letto il primo volume, questa episodio farà capire se varrà la pena aspettare anche la terza uscita  per tirare le somme su un giudizio finale.

Julia Conrad è lo pseudonimo scelto da una famosa scrittrice e giornalista per firmare una saga fantasy dedicata ai draghi che ha riscosso enorme successo in Germania.

Autore: Julia Conrad
Titolo: Il risveglio dei draghi
Editore: Nord
Anno di pubblicazione: 2010
Prezzo: 19 euro
Pagine: 374

/ 36 Articles

Roberto Nicola

Comments Closed

Comments for this post are now closed.