“Il giardino dei segreti”. Passioni, dolore e mistero

Alessandra Stoppini

Tagged: , ,

il-giardino-dei-segretiNe “Il giardino dei segreti” (Sperling & Kupfer 2010) di Kate Morton, nel 1913 “una bambina di neanche quattro anni” era seduta sopra una piccola valigia bianca su una banchina del porto di Maryborough in Australia.

La piccola che era appena sbarcata da una grande nave proveniente dall’Inghilterra non ricordava il proprio nome.

Nessuno si era accorto di lei, di questa creatura dai capelli rossi e dagli occhi blu che aveva compiuto un lungo viaggio sola, abbandonata, con l’unica compagnia di un libro di fiabe meravigliosamente illustrato. Il capitano del porto Hugh O’Connor la prese con sé e la portò a casa dalla moglie Lil. La coppia crebbe la bambina alla quale impose il nome Nell. Una volta divenuta grande il padre adottivo confessò alla giovane la verità sulle sue origini. La notizia sconvolse Nell e da allora la sua vita cambiò per sempre. I ricordi riaffiorarono alla memoria, Nell ricordava che il giorno della partenza da Londra una donna misteriosa, l’Autrice le aveva promesso che si sarebbe presa cura di lei, ma invano. Nel 1975 Nell seguendo delle esili tracce contenute nella valigina bianca partì alla volta della sua terra d’origine, la Cornovaglia là dove tutto aveva avuto inizio. Cassandra sua nipote, alla morte della nonna nel 2005 decise anche lei di intraprendere il viaggio verso le frastagliate coste inglesi per venire a capo di un segreto che reclamava di essere svelato…

Kate Morton in The Forgotten Garden ha creato un labirinto intricato come quello che si trova nell’immenso parco della grande tenuta di Blackhurst Manor in Cornovaglia nei pressi di Tregenna dove viveva un tempo, la nobile famiglia Mountrachet. Chi riusciva a uscire dal labirinto formato da alti cespugli, si trovava di fronte a un giardino segreto incantato e fiabesco. Ancora oltre, sull’orlo della scogliera del piccolo promontorio, un delizioso cottage che assomigliava a una casa di bambole. Tre sono le donne protagoniste di questo romanzo dalla trama originale e fantasiosa: Nell, Cassandra e l’Autrice Eliza Makepeace che viveva a Cliff Cottage. È lei la narratrice di storie indimenticabili e misteriose ricche di fascino per ciascun bambino dalla mente fervida che tiene le fila di tutto e solo Eliza saprà rispondere a tutte le domande. Il libro assomiglia a una scatola cinese perché ogni mistero ne contiene un altro e pian piano che si procede nella lettura la trama diventa sempre più coinvolgente e avvincente. Il giardino segreto rappresenta il simbolo di tutti i misteri e i segreti di un libro concepito su tre diversi piani temporali: i primi anni del XX secolo, a metà degli anni Settanta e trentacinque anni dopo, nel 2005.

È il romanzo di due mondi: la giovane Australia e la vecchia Inghilterra con i suoi riti secolari. La storia ricorda i libri di Charlotte Bronte dominati da forti passioni, quelli di Charles Dickens dove l’infanzia è un triste, desolato e breve rito di passaggio verso l’età adulta e le atmosfere dei romanzi gotici pieni di castelli, dimore avite e misteri da scoprire. È inoltre presente l’antico incanto de Il giardino segreto di Frances Hodgson Burnett storia di un giardino che rivive grazie all’amore della piccola protagonista Mary Lennox e storia dell’amicizia tra due cugini.

Seicento pagine piene di colpi di scena, eredità inaspettate, riconoscimenti drammatici, eroine e uomini deboli e meschini, panorami mozzafiato della Cornovaglia dai “toni delicati” e un libro di fiabe illustrate “tanto tempo fa in una terra lontana al di là dei mari, viveva una principessa che non sapeva di essere una principessa… ”.

Il giardino dei segreti è entrato nella top ten delle classifiche di Australia, Inghilterra, Stati Uniti, Francia e Germania, presto pubblicato in trentatré paesi, rivelando l’abilità di narratrice romantica di Kate Morton. “Non devi mai dire il tuo nome. È il nostro gioco. Così le aveva detto l’Autrice. Nell risentì la sua voce argentina, come la brezza sulla superficie dell’oceano. È il nostro piccolo grande segreto. Non devi dirlo a nessuno”.

Kate Morton, è nata nel Queensland nel Sud dell’Australia nel 1976. A ventinove anni scrive il primo romanzo Ritorno a Riverton Manor (Sonzogno 2007) che diventa subito un grande successo internazionale. Affascinata dall’Ottocento, si è laureata con una tesi sulla tragedia nella letteratura vittoriana e ora sta svolgendo ricerche per un dottorato sul gotico nel romanzo contemporaneo. Vive a Brisbane con la famiglia e sta scrivendo il suo terzo libro.

Autore: Kate Morton
Titolo: Il giardino dei segreti
Editore: Sperling & Kupfer
Anno di pubblicazione: 2010
Prezzo: 21,90 euro
Pagine: 591

/ 592 Articles

Alessandra Stoppini

Comments Closed

Comments for this post are now closed.