Cosa Nostra. Uomini d’onore

Michela Spartera

Tagged: , , , ,

cosa-nostra-fabio-iadelucaDopo essersi occupato in due precedenti volumi della ‘Ndrangheta e della camorra, il maresciallo capo dei carabinieri Fabio Iadeluca prosegue la sua opera scientifica dedicandosi ad un ampia ricerca sulla mafia siciliana. In “Cosa Nostra. Uomini d’onore” (Armando 2010), attraverso un excursus storico unito ad una pragmatica analisi di meccanismi e strutture proprie di Cosa Nostra, l’Autore arricchisce di interessanti elementi di novità, l’ampia bibliografia di studi volti a meglio conoscere.

Tutto ciò per meglio sconfiggere, il flagello che ancor oggi impedisce alla Sicilia uno sviluppo reale, legale e duraturo.

Cosa rappresenta Cosa Nostra nel panorama criminale italiano? Quali pericoli si celano dietro questa spietata e potentissima organizzazione? Può essere sconfitta? Alla luce dei continui arresti dei suoi capi è cambiata la struttura verticistica?” Ecco alcuni degli interrogativi che Fabio Iadeluca ha affrontato nel suo studio. E per rispondere a queste domande è stato necessario per l’Autore ripercorrere le vicende storiche della mafia siciliana “da quelle più antiche a quelle più recenti, avendo cura di analizzare come sia riuscita a svilupparsi e infiltrarsi nel tessuto sociale sostituendosi in alcuni momenti storici al potere statale”

L’Ampia indagine è articolata in sette capitoli ognuno dei quali si sofferma su un particolare aspetto conoscitivo del fenomeno mafioso. L’Autore parte così con lo spiegare come Cosa Nostra si struttura in generale e al suo vertice, passando poi ad illustrarci quello che si conosce sul “reclutamento e sui riti di affiliazione” sino ad un’interessante ricostruzione su come sia mutato, divenendo più “attivo” nei decenni, il ruolo della donna in seno all’organizzazione di Cosa Nostra.  Nella sua ricerca l’Autore ha ovviamente dedicato ampio spazio sia alla ricostruzione delle due guerre di mafia che alla conseguente scalata al potere dei Corleonesi (con tutti i mutamenti da questi prodotti nell’agire di Cosa Nostra) e ampia trattazione hanno avuto ugualmente nel volume la strategia stragista di guerra allo Stato e il maxiprocesso.

Gli altri capitoli della ricerca si occupano di analizzare differenti problematiche, dalle varie attività illecite in cui si esplica la vita criminale mafiosa alla situazione della criminalità organizzata nelle singole province siciliane; dai legami della mafia siciliana con le altre organizzazioni criminali italiane ed estere ai rapporti tra mafia e politica.

Per avere un quadro il più possibile esaustivo della situazione l’Autore ha ritenuto inoltre indispensabile intervistare diverse personalità che hanno ricoperto e ricoprono importanti incarichi istituzionali e che combattono o studiano il fenomeno mafioso: Pietro Grasso, procuratore nazionale antimafia, Vincenzo Macrì, procuratore aggiunto della Direzione nazionale antimafia, Antonio Patrono, membro del Consiglio Superiore della Magistratura e già sostituto procuratore nazionale antimafia, Saverio Mannino, magistrato presso la suprema corte di cassazione, Luigia Spinelli, magistrato e attuale consulente presso la Commissione parlamentare d’inchiesta sul ciclo dei rifiuti, ed Enzo Ciconte, storico già consulente della Commissione parlamentare antimafia. Le loro risposte ai quesiti di volta in volta posti dall’Autore a seguito di ogni argomento trattato, integrano e supportano le sue ricerche sulle differenti problematiche affrontate nel lungo studio.

Completano il volume un’appendice dal titolo “la mafia nella storia”, una accurata cronologia degli avvenimenti della Storia siciliana compresi fra il 5 maggio 1860 e il 23 gennaio 2010 -di estrema importanza per capire la genesi e il successivo sviluppo del fenomeno mafioso- e una serie di schede sui principali criminali appartenenti a Cosa Nostra.

Da rilevare infine che i proventi derivanti dai diritti d’Autore di questo volume verranno interamente devoluti all’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma- Dipartimento di Onco-Ematologia Pediatrica e Medicina Trasfusionale.

Fabio Iadeluca, Maresciallo capo dell’Arma dei carabinieri, è cultore della materia presso le cattedre di Criminologia, Istituzioni Giuridiche, Sicurezza e Mutamento Sociale della Facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università di Roma “Sapienza”. Esperto di criminalità organizzata, ha pubblicato per Gangemi Editore “La criminalità organizzata in Italia e la Camorra in Campania” e “La criminalità organizzata e la ‘Ndrangheta in Calabria“.

Autore: Fabio Iadeluca
Titolo : Cosa nostra. Uomini d’onore
Editore: Armando Curcio
Anno di pubblicazione: 2010
Prezzo: 15,90 euro
Pagine: 540

/ 42 Articles

Michela Spartera

Comments Closed

Comments for this post are now closed.