“Nuove poesie”, il debutto di Fabrizio Miliucci

Matteo Chiavarone

Tagged: , , , ,

miliucci_nuove-poesieQuarto volume della collana Lab City Lights “Nuove poesie (Perronelab, 2010) è l’intenso debutto letterario di Fabrizio Miliucci, poeta capace di giostrare il proprio bagaglio culturale, di conoscenze e di esperienze, con uno sguardo rivolto comunque al futuro. L’autore si diverte ad inserire qua e là riferimenti letterari come se gli autori del passato diventassero numi tutelari a cui rivolgere la propria poesia.

Con garbo e talvolta malizia la parola diventa nucleo a sé, come una forza che travolge tutto e non solo il limite materiale della pagina. C’è tutto il novecento poetico italiano in questo furore creativo, in questa ricerca ossessiva di specchi riflettenti o di squarci dove immergere tutti i fluidi, che provengano dalla ragione o dalle viscere poco importa.

Alla base di tutto vi è una “primordiale necessità di comunicazione” che vuole quietare e sbalordire, intenerire e far incazzare, sorridere e riflettere. In questo continuo, costante, ossessivo gioco di richiami Miliucci cerca di tessere una tela irregolare, scomposta ma squisitamente armonica.

Biografia e autobiografia, autocitazioni, rimandi, storie di un’Italia che fu. Gioberti, Galeazzo Ciano, le ombre nere della sua città natale, quella Latina appoggiata sul Tirreno che da qualche parte vuole farsi ancora chiamare Littoria.

Il linguaggio attento e soprattutto forbito non deriva soltanto dagli studi letterari ma da un desiderio di ricostruzione, revisione, riordino, pulizia. Non sono versi immediati, dietro c’è il lavoro dell’artigiano e quindi del poeta.

Giostrare con la retorica e con le allusioni (e dosare i costanti rimandi) è segno di una vitalità troppe poche volte riscontrate nelle sillogi degli ultimi anni, segno che tra le mani abbiamo qualcosa di prezioso. O semplicemente di nuovo.

Fabrizio Miliucci è nato a Latina il 9 luglio 1985. Laureato in Italianistica presso l’Università di Roma Tre con una tesi sugli autocommenti poetici del ‘900 dal titolo I critici di sé, è alla prima pubblicazione.

Autore: Fabrizio Miliucci
Titolo: Nuove poesie
Editore: Perronelab
Anno di pubblicazione: 2010
Prezzo: 10 euro
Pagine: 72

/ 159 Articles

Matteo Chiavarone

One Comment

Trackbacks & Pingbacks

  1. Tweets that mention "Nuove poesie", il debutto di Fabrizio Miliucci | Il Recensore.com -- Topsy.com