Dopo Tequila e Rex c’è Chet con “Attenti a quel cane”

Chiara Pieri

Tagged: , , , ,

attenti_a_quel_caneIn “Attenti a quel cane” (Sperling & Kupfer, 2010) Spencer Quinn ci presenta Chet, detective a quattro zampe, dal fiuto infallibile e dal morso d’acciaio. Un racconto avvincente, già bestseller negli Stati Uniti.

Il simpatico cagnone ci accompagnerà nella misteriosa avventura dell’agenzia investigativa Little, che tra rapimenti, inganni e riscatti, ci coinvolgerà in un giallo intricato, risolvibile solo da un osso duro come Chet e dal suo audace padrone Bernie.

Siamo nella Valley americana, tra i deserti, i canyon, le strade lunghissime e gli scintillanti casinò de Las Vegas. Bernie Little è un investigatore privato, è stato da poco lasciato dalla moglie e dal figlio Charlie, e ora vive in compagnia di Chet, un grosso cane dalle orecchie bicolori, bocciato alla scuola di polizia, ma inseparabile compagno di indagini e nel nostro caso abilissimo narratore del racconto. I due, molto propensi a cacciarsi nei guai, si trovano quasi sempre al verde, finché non si profila un nuovo mistero da risolvere: Madison, una ragazzina di quindici anni è scomparsa da casa, non si sa se si tratta di una fuga volontaria o di un rapimento, ma l’agenzia investigativa Little si metterà subito sulle sue tracce: Bernie con la sua logica non troppo ferrea, Chet con il suo istinto e il suo odorato. Inizierà una ricerca avventurosa, dai quartieri residenziali della Valley ai bassifondi, dai cinema di Las Vegas al sabbioso deserto, tra loschi e poco raccomandabili individui, fino a portare il detective, ma solo grazie al fiuto e all’astuzia di Chet e all’aiuto insperato dell’affascinante giornalista Susie Sanchez a risolvere l’intricatissima e misteriosa vicenda.

Attenti a quel cane è un libro che si legge rapidamente, sia per una trama fitta di eventi e di personaggi, sia per il gusto del mistero e dell’avventura che caratterizzano, insieme a pathos e suspense, il filone poliziesco. Quello che, però, rende questo libro unico nel suo genere è la “visione canina” del mondo: è impossibile non affezionarsi a Chet, che ci racconta il suo particolarissimo punto di vista sulle vicende e osserva gli umani proprio come solo un cane potrebbe fare. Quindi azione e tensione, ma anche divertimento e ironia. Un libro consigliato a chi ama i cani, ma anche semplicemente a chi cerca un giallo un po’ diverso dal solito. Best-seller negli Stati Uniti con un film e un seguito in preparazione, cosa si può volere di più?

Spencer Quinn è lo pseudonimo di un noto scrittore americano che vive a Cape Cod con il suo cane Audrey. Visto il successo del suo libro, bestseller del New York Times, tradotto in 10 Paesi e con i diritti cinematografici subito opzionati dalla Universal, si è messo immediatamente al lavoro sul secondo episodio della serie.

Autore: Spencer Quinn
Titolo: Attenti a quel cane
Editore: Sperling & Kupfer
Anno di pubblicazione: 2010
Prezzo: 18,90 euro
Pagine: 310

/ 155 Articles

Chiara Pieri

Comments Closed

Comments for this post are now closed.