“Pianoforte vendesi”: omaggio di Vitali a Bellano

Francesca Camponero

pianofortevendesiE’ la notte dell’Epifania, sera di festa a Bellano, dal treno scende “il pianista”, così chiamato per via delle sue lunghe mani affusolate, ladro di professione. Pianoforte vendesi” (Garzanti, 2009), l’ultimo romanzo di Andrea Vitali, è la storia di un ladro che in una notte “buia e tempestosa” deve scegliere tra le buone e le cattive azioni. Sceso dal treno che proviene da Sondrio nella cittadina di Bellano cerca il bordello, la confusione per rubare qualcosa, portafogli, orologi, magari anche un motorino, approfittando della festa dei Re Magi che tutti gli anni ha luogo la notte del 5 gennaio.

Ma le cose vanno diversamente. Incappato in un cartello affisso su un portone che dice: “pianoforte vendesi”, e incuriosito dal fatto che la casa in questione è disabitata, si inoltra in essa e qui comincia la sua avventura.

Ma è proprio disabitata quella casa? Questo non lo si saprà mai. Lui però lì dentro  passerà una serata speciale di quelle che non si scordano per tutta la vita, in compagnia di un angelo che gli cambierà la vita. I gesti che si troverà a compiere rivelano un gran desiderio di riscattare la sua umanità. Imparerà ad usare le sue belle, lunghe, perfette mani da pianista per suonare finalmente i tasti del pianoforte e non per rubare. La musica uscirà dalle sue dita come per incanto, e per incanto lo porterà lontano dalla realtà, in una notte sospesa che sa di magia.

Questo breve romanzo, un po’ diverso da quelli precedenti per il suo sapore fiabesco, porta il lettore a conoscere una Bellano inedita, sotto la coltre di un cielo buio, un’altra maniera dell’autore per rendere omaggio alla sua città. Attraverso atmosfere soffuse e penombre si svolge una vicenda irreale sovrastata dalla mano della morte che arriva  con tocco leggero e come un venticello altrettanto leggero fa presto ad andare via.

Si legge tutto d’un fiato questo racconto che ancora una volta dimostra l’abilità di questo scrittore nell’essere sempre avvincente e coinvolgente in ogni suo scritto.

Andrea Vitali è nato a Bellano nel 1956,qui ancora vive ed esercita la professione di medico di base. Sempre con Garzanti ha pubblicato Un amore di zitella, La figlia del podestà(Premio Bancarella 2005), Olive Comprese, La modista, Almeno il cappello.

Autore: Andrea Vitali
Titolo: Pianoforte vendesi
Editore: Garzanti
Anno di pubblicazione: 2009
Prezzo: 13,60 euro
Pagine: 88

/ 40 Articles

Francesca Camponero

Comments Closed

Comments for this post are now closed.