Quando la letteratura si mette in movimento

Gaia Passerini

Tagged: , , , , , , , , , ,

pullmanIn un periodo in cui la staticità e l’immobilismo bloccano l’Italia, è la cultura a mettersi in movimento. L’editore Mursia ha ideato il Mursia Passpartù, un Tir che dal 16 gennaio partirà per un tour che toccherà piccole e medie città italiane per un viaggio culturale di oltre 2000 chilometri. Il camion, chiamato, Baloo si apre e diventa uno spazio-libreria con migliaia di volumi, postazioni di gioco, computer per scrittura individuale e collettiva, schermi, sistema audio e persino un angolo per presentazioni e aperitivi.

Sarà così possibile acquistare ii libri portati dal truck, ma anche assistere a eventi culturali e letterari, conferenze e workshop.

L’iniziativa di Mursia è sostenuta da partner importanti come Nintendo che metterà a disposizione 12 console per mettere alla prova la propria elasticità cerebrale con i test di Brain Training e More Brain Training, i misteri del Professor Layton, La Guida in cucina. Viaggeranno con MursiaPasspartù anche il primo esperimento di “freebook”, racconti di grandi scrittori offerti gratuitamente ai lettori da BMW.

«In Italia i riflettori culturali si accendono troppo spesso solo sui grandi centri – spiega Fiorenza Mursia, presidente della Casa editrice – per questo abbiamo pensato di portare la letteratura in un viaggio che toccherà tantissimi Comuni del nord, centro e sud Italia». Prima tappa sarà Crema dove MursiaPasspartù si fermerà dal 16 al 31 gennaio in Piazza Duomo proponendo alla città, gratuitamente, un calendario di eventi, attività letterarie, incontri con scrittori.

Seguiranno Arona, Carpi, Rovigo, Sesto Fiorentino, Peschiera del Garda, Lovere, Cervia e la riviera romagnola, Cittadella, Calci (Pi), Pompei, Latina, Mondovì. Tappe speciali saranno Bergamo per l’Adunata nazionale degli alpini, Torino per il Salone internazionale del libro, Lerici per la rassegna Lerici legge il mare e Genova per il Salone nautico.

MursiaPassapartù, più di 13 tonnellate di peso, tre metri di larghezza, tre di altezza e nove di lunghezza, quando è chiuso si presenta come un gigantesco scaffale di libri; una volta aperto, grazie a un sofisticato sistema idraulico, sviluppa uno spazio di 240 metri cubi su circa 80 metri quadrati.

Foto: www.carto.net

/ 20 Articles

Gaia Passerini

One Comment

Trackbacks & Pingbacks

  1. Quando la letteratura si mette in movimento | Il Recensore.com