Pandemia: tutto sulla nuova influenza

Elisa Bonfadini

Tagged: , , , , , , , , , ,

ah1n1La paura della nuova influenza e la vaccinazione di massa messa in atto da tutti gli stati europei e non. “A-H1N1- La pandemia influenzale” (Aracne Editrice, 2009) di Massimo Andreoni e Gian Carlo Mancini è un piccolo manuale di spiegazione per questo nuovo virus. “Influenza”: malattia respiratoria acuta, molto contagiosa causata da virus. Questa è la definizione clinica dell’influenza, la  malattia più comune che colpisce ogni persona in tutte le fasce di età.

Il contagio avviene per il diffondersi del virus attraverso micro particelle di saliva espulse da persone infette, come semplici starnuti o colpi di tosse. Le epidemie di tipo influenzale si verificano generalmente nei periodi invernali, favorite dal freddo e dall’umidità, che porta ad una maggiore sopravvivenza del virus. Inoltre durante le epidemie di influenza, le persone infette raggiungono il 50 % della popolazione mondiale, con 250/500.000 decessi in tutto il mondo ogni anno.

Questo è ciò che annualmente accade all’insorgere dell’influenza.

L’influenza A-H1N1, fa parte di un particolare virus di tipo A, tipologia questa che possiede la capacità di mutare. Va detto inoltre che se i virus influenzali, possono contagiare anche specie animali oltre all’uomo, è fondamentale che il ceppo virale oltre a subire la  modifica, debba essere in grado di trasmettersi da uomo a uomo, cosa che accade raramente. Purtroppo però vanno ricordate alcune pandemie influenzali che nel corso della storia hanno lasciato un forte segno come: l’ Honk Kong (1968-1969); l’ Asiatica (1957-1958); l’ Aviaria e la micidiale Spagnola (1918-1919).

L’A-H1N1 comunemente chiamata “influenza suina“, è stata categorizzata come pandemia, non tanto per la sua aggressività, ma quanto per la difficoltà nel contenere la sua estensione. Ritenuta fortemente contagiosa per i soggetti al di sotto dei 50 anni, solo perché questi non posseggono una protezione immunitaria conferita delle epidemie del passato.

Insomma, l’influenza suina è pari ad un’influenza stagionale e solo in rari casi, può portare a delle complicanze e al successivo decesso, confermato anche dai dati statistici che vedono lo 0,2% dei decessi a causa del virus, valore addirittura inferiore a quello dell’influenza stagionale.

Tutto questo ed oltre è ben spiegato all’interno di “A-H1N1. La pandemia influenzale” un piccolo manuale per conoscere, capire, e saper affrontare l’influenza.

Massimo Andreoni, professore di malattie infettive e direttore del Dipartimento di Sanità Pubblica e Biologia Cellulare presso l’Univeristà degli studi di Roma Tor Vergata.

Gian Carlo Mancini, ricercatore di storia della medicina presso l’Univeristà degli studi di Roma Tor Vergata, alla facoltà di Medicina e Chirurgia.

Autore: Massimo Andreoni, Gian Carlo Mancini
Titolo: A-H1N1. La pandemia influenzale
Editore: Aracne Editrice
Anno: 2009
Prezzo: 3 euro
Pagine: 87

/ 101 Articles

Elisa Bonfadini

Comments Closed

Comments for this post are now closed.