“Sospetto e sentimento” di Carrie Bebris

Elena Romanello

Tagged: , ,

sospettoesentimentogIl secondo volume della serie gialla di Carrie Bebris con Darcy ed Elizabeth “Sospetto e sentimento” (Tea, 2008), protagonisti di “Orgoglio e pregiudizio”, in veste di investigatori loro malgrado, parte dove si è concluso il primo, “Orgoglio e preveggenza”, presentando una nuova avventura, mentre cercano di aiutare la sorellina minore di Elizabeth, Kitty, a trovare marito, nella season londinese.

Nuovi posti, quindi, forse più stimolanti della campagna, mentre la giovane Kitty conosce il giovane Henry Dashwood, che potrebbe essere la persona ideale, se non fosse per alcuni comportamenti strani e socialmente riprovevoli che presto lanciano una seria ipoteca sul suo futuro con la sorella di Elizabeth. I coniugi Darcy cercheranno di capire le ragioni, trovandosi alle prese con una storia decisamente più paranormale che gialla.

Rispetto al primo libro della serie questo “Sospetto e sentimento” calca decisamente la mano sul fattore soprannaturale, raccontando la storia di una maledizione legata ad un antico specchio che non troverà una spiegazione logica e razionale. Qualcuno potrebbe citare un intreccio proto X-Files, ma è evidente la citazione di un altro classico della letteratura anglosassone, Il ritratto di Dorian Gray di Oscar Wilde, destinato ad un revival inevitabile dopo il prossimo film in uscita, e che qui ispira il tema dello specchio maledetto che trattiene le anime e dona un’eterna giovinezza che si rivela essere una maledizione.

Le citazioni letterarie comprendono comunque anche un altro celebre romanzo della Austen, “Ragione e sentimento”: Dashwood è il nome della famiglia delle due protagoniste di questo libro, ma è anche il nome di un personaggio reale, Francis Dashwood, dal quale Carrie Bebris prende spunto per creare l’intreccio della storia. Uomo intelligente e colto, viaggiatore, ma anche avvolto da un’aura sinistra, per alcuni legami con alcune società segrete, Francis Dashwood diventa qui il nonno di Henry, e l’autrice ricalca in pieno le voci reali di depravazione e di dannazione, pur dichiarando poi nella postfazione che forse il vero Francis, personaggio tutto da scoprire (magari dalla Bebris, o da un futuro altro autore che si occuperà di lui), era probabilmente ben diverso dagli stereotipi che lei ha scelto per esigenze narrative.

“Sospetto e sentimento” piacerà di più comunque agli appassionati di paranormale e gotico che ai patiti di giallo, ma è fondamentale per capire gli sviluppi dei prossimi volumi della serie, di cui è già uscito il terzo libro, “Le ombre di Pemberley” e altri sono in programma.

Carrie Bebris ha lavorato come giornalista, insegnante di letteratura inglese, editor di romanzi fantasy, prima di pubblicare Orgoglio e preveggenza, il suo primo romanzo. Vive nel Wisconsin, ma ha intrapreso diversi viaggi in Inghilterra per svolgere ricerche su Jane Austen donna e scrittrice. Socia attiva della Jane Austen Society of North America, ha il sito ufficiale http://www.carriebebris.com

Voto: 7,5
Titolo: Sospetto e sentimento
Editore: Tea
Anno di pubblicazione: 2008
Prezzo: 10 euro
Pagine: 281

/ 13 Articles

Elena Romanello

Comments Closed

Comments for this post are now closed.