La storia del libro giramondo. Vita segreta delle pagine

Anna Borrelli

Tagged: , , , , , , , ,

prendimi-con-tePrendimi con te” (Piemme, 2009) di Paul Desalmand è l’invocazione del libro al lettore. Dopo topi divoratori di libri e cani che ragionano come uomini, questa volta a parlare è il libro stesso dei principali eventi della sua vita.

Di sé non rivela né autore, né titolo, ma intuiamo che i temi principali siano l’erotismo e un argomentato ateismo.

Scopriamo quindi i suoi desideri, le speranze e le paure, dal momento in cui nasce in tipografia e attende di uscire dal magazzino, al momento in cui fa il bilancio della sua vita, che considera riuscita perché ha avuto un discreto numero di lettori (il sottotitolo recita “vita avventurosa di un libro giramondo“). Tra librerie, prestiti pericolosi, viaggi intercontinentali, il nostro scampa più di una volta al macero.

La notte i libri intavolano delle conversazioni autoreferenziali: s’interrogano, mettono in discussione concetti che racchiudono, si danno suggerimenti. Un giorno, il nostro “eroe” riceve un duro colpo: esiste un altro romanzo, a lui precedente, dove sono narrate le vicende di un libro. Si tratta di “Diecimila“, di Andrea Kerbaker. Ma questa notizia non lo dissuade dal continuare il suo racconto. Dopotutto, il suo motto è: “non lasciamoci scalfire“.

Il libro è un inno alla lettura, ma a quella che muove qualcosa dentro di noi, che ci modella e ci dà forma, che solletica la nostra intelligenza e ci eleva al di sopra di noi stessi. Il testo trabocca di  riferimenti alle vite e alle opere di grandi scrittori: Baudelaire, Maupassant, Nietsche, Pavese, Colette, Dostoevskij, e la lettura procede con le difficoltà che si incontrano nel muoversi tra una folla di colossi: ogni citazione richiede il giusto tempo per essere assaporata.

Dopo un’intensa vita, il libro si interroga ripetutamente sulla sua morte. La fine sarà inaspettata e dolce, perfettamente inserita nel disegno della vita, sarà per il lettore una piacevole sorpresa.

Paul Desalmand, nato ad Arenthon, in Alta Savoia, nel 1937, è scrittore e divulgatore; ha insegnato in Francia e in Costa d’Avorio e pubblicato una trentina di libri. Prendimi con te è il suo primo romanzo.

Voto: 7
Autore: Paul Desalmand
Titolo: Prendimi con te
Editore: Piemme
Anno di pubblicazione: 2009
Prezzo: 14 euro
Pagine: 174

/ 25 Articles

Anna Borrelli

Comments Closed

Comments for this post are now closed.