Festivaletteratura di Mantova, tredicesima edizione

Valentina Pizzi

Tagged: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

1760 Al via dal 9 al 13 settembre la 13° edizione del Festivaletteratura di Mantova. La manifestazione, classico appuntamento per l’editoria nazionale e per  tutti gli appassionati di letteratura, mobiliterà l’intera città, con incontri che si terranno in punti strategici della città. Nel corso dell’evento è tutto il comune ad animarsi: il centro storico con i suoi negozi, i caffè e i ristoranti vengono coinvolti in occasioni diverse di scoperta, conoscenza e valorizzazione della città. DOCUMENTI/Programma dell’evento

Gli incontri tra pubblico e autori, le letture, le performances teatrali e musicali vengono presentati in luoghi insoliti di forte valenza storico-artistica.

Festivaletteratura è coordinato da un Comitato Organizzatore, ideatore della manifestazione, che sin dalla prima edizione formula il programma del Festival e ne gestisce la promozione e l’organizzazione.

Il Festivaletteratura di Mantova ha conosciuto nelle passate edizioni un grande successo di pubblico, grazie anche alla sua formula, unica in Italia e che prende spunto dai Festival anglosassoni. Il comitato organizzatore si è ispirato alla celebre manifestazione del Hay-on-Wye nel Galles, che si è rivelata ideale in un luogo ricco di fascino e a misura d’uomo come Mantova.

Cultura e lettura durante il Festival diventano intrattenimento, uno spettacolo dal vivo ambientato nella cornice di una città d’arte, facilmente percorribile a piedi, in cui pubblico e autori si avvicinano in assoluta libertà. Non è da dimenticare poi l’apporto dato da tutti i membri dell’associazione Filofestival, nata nel 1996, alla vigilia della prima edizione di Festivaletteratura, per iniziativa di un gruppo di cittadini di Mantova animati dal desiderio di contribuire alla realizzazione di una vera e propria festa che mettesse insieme autori e lettori nelle piazze e nei palazzi della città.

Così, fin dalla prima edizione di Festivaletteratura, più di trecento volontari, distinguibili grazie alle loro “magliette blu”, si impegnano in tutte le attività connesse alla realizzazione pratica dell’iniziativa (segreteria, organizzazione, vendita biglietti, assistenza ai luoghi, interpretariato, accompagnamento autori, ospitalità).

Agli incontri letterari, cuore del programma, partecipano narratori e poeti italiani, scrittori di fama internazionale e delle ultime generazioni, intervistati da colleghi già noti al pubblico, da giornalisti e da esperti. Festivaletteratura propone inoltre percorsi guidati al patrimonio storico culturale della città, momenti teatrali con testi firmati da importanti autori, reading di poesia, spettacoli musicali ma anche incontri su arte, architettura, design e libro illustrato.

In più, da non dimenticare, le immancabili colazioni con gli autori e i reading in lingua nello spazio di piazza Concordia. Un’attenzione particolare, inoltre, è rivolta ai bambini, a cui è dedicata un’apposita sezione del Festival con incontri, laboratori ed animazioni.

Nel 2009 il Festivaletteratura vede il ritorno del premio Nobel Nadine Gordimer. Insieme alla grande scrittrice sudafricana, che interverrà nei giorni di apertura della manifestazione con una toccante testimonianza sul Sudafrica del post-apartheid, saranno a Mantova per la prima volta Muriel Barbery, Brendan O’Carrol, Alan Sillitoe, Sophie Kinsella, Cornelia Funke. Continua l’impegno che da anni la manifestazione porta con sé nell’approfondimento e della messa in risalto di autori ancora poco noti al pubblico, ma di grande valore letterario: Elvira Dones, Anne Michaelis e Quim Monzò.

Non mancheranno, ovviamente, i grandi interpreti della letteratura italiana e internazionale Roberto Calasso, Valerio Massimo Manfredi, Umberto Galimberti, Lella Costa, Bianca Pitzorno, Luis Sepulveda, Alicia Gimènez-Bartlett, Anne Fine e Amitav Ghosh. Uno spazio particolare sarà dato alla recente storia europea, in occasione del ventesimo anniversario della caduta del muro di Berlino: è in programma, infatti una riflessione sul rapporto tra est ed ovest Europa attraverso l’incontro con Adam Michnik, direttore della Gazeta Wyborcza e protagonista della stagione di Solidarnosc, e con lo scrittore russo Viktor Erofeev.

Tanti appuntamenti da non perdere anche quest’anno, quindi, in una cornice, quella di Mantova, che da sempre accoglie la grande letteratura.

Info: http://www.festivaletteratura.it/

/ 36 Articles

Valentina Pizzi

Comments Closed

Comments for this post are now closed.