La signora mia “Zia Mame”. Il libro dell’estate

Alessandra Stoppini

Tagged: , , ,

zia_mameRimanere orfani a 10 anni e scoprire che la vita può cambiare… in meglio. Accade a Patrick in “Zia Mame” di Patrick Dennis (Adelphi, 2009), traduzione di Matteo Codignola. Nell’America del 1929 il babanetto viene affidato all’eccentrica sorella paterna che vive nell’appartamento arredato in stile orientale a Beekman Place, a New York, già allora ombelico del mondo. Ecco il libro dell’estate 2009.
L’impatto con il nuovo ambiente è scioccante ma ricco di stimoli e di esperienze esaltanti.  Al centro della scena lei Auntie Mame donna dai mille volti, ingenua, candida, spregiudicata, bizzarra, anticonformista, grande conversatrice, autentica anticipatrice di mode, di mestiere attrice, adorata da tutti che seduce ed incanta. La vita insieme a lei è un turbine di avvenimenti divertenti ed unici.

In questo romanzo di formazione, scritto in prima persona, Patrick Dennis attraversa trenta anni di vita e condensa in circa quattrocento pagine istanti indimenticabili vissuti da Patrick che entra a far parte del mondo della vitale Zia Mame, fatto di vita mondana newyorkese, party esclusivi, gite memorabili nel vecchio Sud o nel New England. Si ride dalla prima all’ultima pagina con intelligenza grazie allo stile brillante e sagace di Tanner.

Felice e fortunata idea quella di Roberto Calasso di voler ripubblicare un capolavoro dimenticato con una nuova traduzione, uscito negli Stati Uniti nel 1955 e rimasto nella lista dei bestseller del New York Times per due anni. In Italia era stato edito la prima volta nel 1956 da Bompiani e nel 1974 da Garzanti. L’intuizione del Direttore Editoriale Adelphi è stata riconosciuta dai lettori, i quali grazie anche al passaparola hanno voluto premiare Zia Mame facendo diventare un libro scritto ben cinquantaquattro anni fa, ma sempre attuale, il libro dell’estate 2009, in testa alle classifiche di vendita editoriali. Tutto questo a dimostrazione che la classe, lo stile e il fascino non passano mai di moda.

Patrick Dennis era il più noto degli pseudonimi di Edward Everett Tanner III, nato a Evanston in Illinois il 18 Maggio 1921. Dennis partecipò alla Seconda Guerra Mondiale come autista di ambulanze ma venne poi dimesso dall’esercito a causa di una grave depressione. Alla fine degli anni Quaranta si trasferì a New York. Dopo aver scritto come ghost writer Tanner cominciò a pubblicare in proprio con lo pseudonimo di Virginia Rowans. Nel 1955 pubblicò Auntie Mame An Irriverent Escapade, rifiutato inizialmente da diciannove editori, il quale vendette più di due milioni di copie. Nel 1958 ne venne tratto un film La signora mia zia protagonista Rosalind Russel regia Morton DaCosta. Il libro divenne inoltre anche un musical di successo. In pochi anni Tanner pubblicò una serie di bestseller. Nel 1956 ebbe per otto settimane tre titoli fra i primi dieci del New York Times record rimasto ineguagliato. Nel 1962 tentò il suicidio e fu ricoverato in un ospedale psichiatrico. Da questa crisi non si riprese più. Morì il 6 Novembre del 1976, ormai sconosciuto nonostante i suoi libri continuassero ad alimentare sceneggiature e soggetti cinematografici. Alcuni suoi manoscritti sono attualmente conservati presso gli archivi dell’Università di Yale e di Boston.

Voto: 9
Autore: Patrick Dennis
Titolo: Zia Mame
Editore: Adelphi
Anno di pubblicazione: 2009
Prezzo: 19,50 Euro
Pagine: 380

/ 592 Articles

Alessandra Stoppini

Comments Closed

Comments for this post are now closed.