La letteratura sul lago. ParoLario a Como

Valentina Pizzi

Tagged: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

parolarioDal 29 Agosto al 13 settembre si terrà a Como il Festival letterario ParoLario. La manifestazione, arrivata già alla sua nona edizione, propone un folto programma ricco d’incontri e dalla durata di più di due settimane.

L’evento è patrocinato dalla Regione Lombardia (Assessorato alle Culture, Identità e Autonomie), dalla Provincia di Como (Assessorato alla Cultura), dal Comune di Como e dalla Città di Cantù, dalla comunità montana Lariointelvese, dalla Camera di commercio di Como, dal Touring Club Italiano e dal teatro sociale di Como.

Questa nuova edizione vede la partecipazione e la collaborazione della Città di Cantù che, parallelamente al calendario comasco, ha organizzato una serie d’eventi, mostre, laboratori per bambini in linea col tema dell’edizione ParoLario, quello del viaggio. Viaggio che per gli organizzatori della manifestazione non deve essere necessariamente geografico, spaziale e fisico, ma anche mentale ed emozionale, tipicamente letterario e culturale.

Punto di partenza è Piazza Cavour, luogo simbolo di Como che si affaccia direttamente sul lago: da qui, per due settimane, partiranno tanti itinerari da seguire, capaci di soddisfare i lettori e gli appassionati più esigenti. Prima tappa è quella del 29 agosto dal titolo “Un viaggio tra le stelle“, che vede la partecipazione dell’astrofisica Margherita Hack: un modo per ricordare che il 2009 è l’anno internazionale dell’astronomia. Tra gli altri partecipanti alla manifestazione, ricordiamo Daria Bignardi, che proporrà un viaggio all’interno della famiglia e della memoria (seguendo le tematiche affrontate nel suo ultimo libro, “Non vi lascerò orfani”), Sergio Valzania e Franco Cardini, che ripercorreranno le tappe del Cammino per Santiago di Compostela, l’indologo Giuliano Boccali, che presenterà un viaggio nella poesia classica indiana.

Inoltre, Michele Sforza affronterà una riflessione sul tema della morte, mentre Pietro Grasso presenterà un viaggio nel mondo della mafia.

Da non lasciarsi sfuggire l’intervento con Clara Rojas, per sei anni ostaggio delle FARC insieme a Ingrid Betancourt, che approfondirà il tema della guerriglia colombiana.

Ma il pubblico avrà la possibilità di raggiungere anche l’ Iran con Hamid Ziarati, la Transnistria con i siberiani di Nicolai Lilin, la Sardegna con Salvatore Niffoi, fino ad approdare nello spazio accompagnato dall’astronauta Umberto Guidoni

Inoltre, durante la manifestazione sarà dato spazio anche a due giovani promesse della letteratura: Christian Frascella e Stéphane Audeguy. Un viaggio davvero a 360 gradi, che porterà nei luoghi più disparati del mondo e, perché no, anche dello spazio, rimanendo però accoccolati sulle rive del lago comasco.

Gli Stati Uniti di oggi saranno la destinazione di quattro incontri con altrettanti giornalisti e studiosi: Mario Calabresi, neo direttore de La Stampa, Stefano Pistolini, giornalista di Radio24, Mario Maffi, docente di Letteratura Americana all’Università Statale di Milano, Mattia Toaldo e Mattia Diletti. Ospiti d’eccezione di quest’edizione saranno John Simenon, figlio di Georges, che condurrà il pubblico in un viaggio a tutto tondo attraverso la vita e l’opera dello scrittore francese, accompagnato da altri scrittori italiani (Marco Malvaldi e Francesco Recami), e Roberto Vecchioni, il quale introdurrà anche il suo nuovo libro, “Scacco a Dio”.

Con il ciclo “Nel labirinto della mente. Otto conversazioni filosofiche sulla scienza cognitiva, l’etica il sacro” verrà affrontato il viaggio all’interno della mente umana attraverso una serie di incontri di filosofia, da sempre apprezzati dal pubblico di ParoLario, grazie alla partecipazione dei filosofi ospiti, tra cui: Michele di Francesco, Cristina Meini e Chiara Cappelletto, Simone Pollo, Laura Bazzicalupo Giovanni Reale, Armando,Torno e Franco Buzzi, Orlando Franceschelli.

Anche quest’anno non si è potuto fare a meno del ciclo di film, proposti come di consueto in seconda serata. Visto il tema di Parolario di quest’anno, si è pensato di proporre un viaggio in America, intitolato “America in strada. USA on the mov(i)e“: sarà un percorso all’interno della storia del cinema statunitense che racconta pregi e difetti degli U.S.A. attraverso film “della strada” firmati da grandi registi (Chaplin, Coppola, Kubrick).

Assolutamente da non perdere l’appuntamento centrale del ciclo, un omaggio a Stanley Kubrick, in occasione del quarantesimo anniversario dell’allunaggio e dei dieci anni dalla scomparsa del grande regista. L’incontro è dedicato alle visioni del suo “2001”, vero e proprio anno zero dell’immaginario cinematografico del futuribile, con documentari ed esperimenti musicali.

Anche quest’anno Parolario proporrà alcuni appuntamenti musicali, incontri tra parole e musica, tra cui lo spettacolo “Stazioni Lunari” di Ginevra di Marco, il reading musicale proposto da Moreno Gentili, scrittore e fotografo, che presenterà il suo libro “Suite Sarajevo”, leggendone alcuni brani con l’accompagnamento di un pianoforte.

Il 13 settembre sarà Andrea Vitali, accompagnato dagli ormai inseparabili Sulutumana, a chiudere questa edizione proponendo un reading di parole e musica tratto da un racconto dello stesso scrittore, “Furto di luna“.

Info: il programma

/ 36 Articles

Valentina Pizzi

One Comment

Trackbacks & Pingbacks

  1. La letteratura sul lago. ParoLario di scena a Como | Il Recensore.com