Olive Kitteridge di Elizabeth Strout. Storie di vita vera

Michela Gelati

Tagged: , , , , ,

olive_kitteridgeVincitore del premio Pulitzer 2009, arriva ora in Italia “Olive Kitteridge” di Elizabeth Strout (Fazi, 2009). La storia, ambientata nel Maine dove l’autrice è nata e cresciuta, è un romanzo fatto di racconti. Storie che raccontano giovani senza voglia di vivere, dolci tradimenti in età matura, una ragazza che fugge di casa per sfuggire all’amore opprimente della madre. E una pianista sessantenne che prima di suonare al bar del paese deve ancora bere per farsi coraggio.
Ma il libro della Strout è anche un romanzo perché tutte le storie sono unite dalla protagonista, Olive Kitteridge, insegnante in pensione. Sarcastica, dotata di un’acuta intelligenza, Olive commenta le vite dei suoi compaesani con una schiettezza che rasenta la brutalità ma in cui spesso è impossibile non riconoscersi, almeno nelle riflessioni fatte tra sé o con il marito Henry, farmacista del paese. Olive fa da filo conduttore dei racconti che compongono il libro, a volte come comparsa, più spesso come protagonista. E sono i capitoli più belli, perché nelle pieghe della sua esistenza banale (la scuola, la pensione, il figlio Cristopher che si sposa e si trasferisce in California e poi a New York contro il parere dei genitori), c’è la preziosa riflessione di Elizabeth Strout sulla vita vera.

/ 106 Articles

Michela Gelati

Comments Closed

Comments for this post are now closed.