Mare di libri, festival dei giovani. Progetto unico in Italia

Valentina Pizzi

Tagged: , , , , , , , , , , , , ,

maredilibriIl 12, 13 e 14 giugno 2009, il centro storico di Rimini ospita la seconda edizione di Mare di Libri, il primo festival di letteratura in Italia dedicato agli adolescenti. Mare di Libri – Festival dei ragazzi che leggono è una manifestazione per il divertimento culturale, una tre giorni di incontri con gli autori italiani e stranieri più amati dagli adolescenti, un luogo di appuntamento per tutti i ragazzi che amano i libri e che hanno voglia di incontrare altri coetanei che condividono le loro passioni. DOCUMENTO/Il programma

La manifestazione nasce nel 2008, da un’idea di Alice Bigli, Serena Zocca ed Elena Gaddoni, titolari della libreria riminese per ragazzi “Viale dei Ciliegi 17″ e ha avuto il supporto della casa editrice Rizzoli. La libreria è nata da soli 5 anni, ma da subito le responsabili si sono avvicinate alla letteratura per ragazzi, capendo quanto sia importante una comunicazione diretta con i giovani per invogliarli nella lettura. Da qui, l’idea di creare l’associazione Mare di Libri che organizza l’evento, patrocinato dal Comune di Rimini, dalla Provincia di Rimini, dalla Regione Emilia-Romagna e dal Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università di Bologna.

E’ un progetto unico in Italia, da molti considerato rischioso, a causa del target cui è rivolto, un Festival destinato ai soli adolescenti, ai ragazzi che leggono, che tuttavia sembrano essere davvero tanti, al di la del sospetto creato dai mass media per cui siano tutti bulli e vandali.

Al contrario, è una proposta accolta positivamente dai giovani, che l’anno scorso sono stati circa 3.000, alla quale partecipano non solo in veste di spettatori ma anche come organizzatori: nella precedente edizione, sono stati 40 i volontari, tutti di età compresa tra i 14 e i 17 anni, che nei tre giorni della manifestazione si sono adoperati nelle varie attività, dall’accompagnamento degli autori, alla gestione delle sale e della libreria del Festival.

La formula del Festival è la stessa dell’anno scorso: incontri (circa una ventina) con gli scrittori,  spesso a due o tre voci, e discussione dei libri e dei temi trattati. Tra i tanti argomenti dei quali si discuterà quest’anno, sono da evidenziare  il conflitto israeliano-palestinese, lo sport come riscatto di vita, il bullismo al femminile, la lotta alla mafia, i bicentenari della nascita di Charles Darwin e Edgar Allan Poe.

Tra i 61 ospiti di Mare di Libri ci saranno Niccolò Ammaniti, scrittore italiano vincitore del premio strega nel 2007, Rita Borsellino, sorella del giudice Paolo Borsellino, la scrittrice fantasy più famosa e amata in Italia, Licia Troisi, la migliore autrice svedese per giovani adulti, Annika Thor, e poi ancora l’inglese Dominic Barker, Pierdomenico Baccalario, l’esordiente Christian Frascella, Elisabetta Gnone, Valérie Zenatti, e Shlomo Venezia, l’unico sopravvissuto in Italia (sono 12 in tutto il mondo) ad aver fatto parte, durante la prigionia ad Auschwitz, dei Sonderkommando, unità speciali destinate alla cremazione dei corpi nel campo di concentramento polacco.

Il Festival sarà aperto da Guido Sgardoli, vincitore del Premio Andersen 2009 come miglior scrittore italiano per ragazzi, e si svolgerà tutto nel centro storico di Rimini (Teatro degli Atti, Biblioteca Gambalunga, Musei Comunali), anche se quest’anno un incontro allarga il Festival fino a Santarcangelo con l’appuntamento di sabato 13 giugno alla biblioteca Baldini in compagnia di Loredana Lipperini e della celebre pubblicitaria milanese Anna Maria Testa. Tra i numerosissimi appuntamenti, ricordiamo quello di sabato 13 giugno alle ore 18.00 con Niccolò Ammaniti, che, insieme al giornalista Carlo Annese, partendo dai suoi romanzi “Io non ho paura“, “Fango” e “Ti prendo e ti porto via“,  metterà in scena storie di adolescenti che riescono a salvarsi da degrado della società,in cui invece spesso sprofondano gli adulti. L’altro grande incontro presentato da Laura Fontana, responsabile Progetti Educazione alla Memoria del Comune di Rimini da non perdere, di grande carica emotiva è quello con Shlomo Venezia, che dopo anni di testimonianze è riuscito a raccontare la sua esperienza in un libro.

Insomma, Mare di libri si riconferma un grande appuntamento per tutti gli amanti della letteratura: apprezzato non solo dai ragazzi, ma da tutti gli amanti del libro, anche se hanno qualche anno in più.

/ 36 Articles

Valentina Pizzi

Comments Closed

Comments for this post are now closed.