L’astronauta perduto

Antonia del Sambro

Tagged: , ,

L’astronauta perduto è un romanzo per tutti e per tutte le generazionie Tagliaferri, giovane autore alla sua prima esperienza letteraria ma che ha convinto subito, tanto che la prima edizione dell’opera è stata completata in pochi mesi, ora si sta godendo il meritato successo dopo aver confezionato un romanzo tanto originale quanto facile da leggere.


Finché si desidera si può fare a meno di essere felici”. In questo aforisma di Rousseau è racchiuso tutto il senso del libro di Andrea perché la ricerca della felicità, della libertà personale e del sogno appartengono alla razza umana fin dalla sua nascita. E così nel libro di Tagliaferri un giovane garzone di bottega che lavora alle dipendenze della sua famiglia sogna di diventare uno scrittore importante e famoso e intanto cerca di laurearsi all’Università ma la sua mente è altrove: sui laghi di montagna, nelle serate con il suo gruppo di amici, nella relazione con la sua bellissima ragazza e nell’affetto dei suoi cani. Una vita vissuta per inerzia con un bagaglio enorme di desideri da avverare e sogni da giovane provinciale che forse si avvereranno e forse no.

Finché una notte cambia tutto. E la vita del protagonista diventa altro.

Il lettore rimane spiazzato dal finale di L’astronauta perdutoperché si immagina di non aver compreso il libro o meglio di averlo compreso fino alla fine ma non sa se quello che ha letto è reale o meno. Ed è su questo che si basa l’intera poetica del romanzo di Tagliaferri. La duplicità del protagonista, della trama e dei sentimenti che lo attraversano e di una fine che a seconda di come viene giudicata dal lettore può far piangere o sorridere.

Infine, Andrea Tagliaferri è uno scrittore di grande attualità, pertanto, nel suo romanzo si troveranno citazioni di rap conosciuti dai più giovani, telefilm cult, applicazioni per smartphone e tante altre chicche che rendono la sua opera di una attualità sconvolgente e insieme di un romanticismo degno di Jacopo Ortis.

Tutto insieme. Tutto in un unico romanzo, opera prima davvero ben riuscita.

Andrea Tagliaferri classe 1988 è il tipico ragazzo della porta accanto. Simpatico ed amichevole con tutti. Con una vita apparentemente normale, divisa tra la bottega di famiglia, l’università, due cani, la fidanzata e la figlia. Ed una grande passione per la scrittura che lo ha portato prima ad aprire un blog “L’astronauta perduto” e poi a scrivere un libro omonimo, oltre a tanti altri progetti tra teatro e racconti e programmi radiofonici.

Autore: Andrea Tagliaferri
Titolo:  L’astronauta perduto
Editore: Eclettica
Anno di pubblicazione: 2018
Prezzo: 13 euro
Pagine: 165

/ 30 Articles

Antonia del Sambro

Comments Closed

Comments for this post are now closed.