Via da Las Vegas

Michela Gelati

Tagged: , , , , , , ,

Via da Las Vegas minimum fax Questa è una storia d’amore disperata, senza speranza, insomma, ce ne sarebbe per scadere nel patetico. Ma Via da Las Vegas (minimum fax 2009), il capolavoro di John O’Brien che racconta due vite perdute, è una storia di rara tenerezza e delicatezza, che ha nella liberazione dalla sofferenza il suo lieto fine.


Ben è un alcolista, Sera una prostituta, “Sera è un cerchio, ventinove anni che girano su se stessi”. Ben, partito da Los Angeles, si lascia tutto alle spalle per autodistruggersi a Las Vegas. E lì, in uno dei posti più sfavillanti e malinconici al mondo, passa giorni e notti a bere e svenire, mentre Sera si aggira sulla strip in cerca di clienti. Si conoscono, iniziano un rapporto di condivisione del dolore, più che di tentativi concreti di uscirne. Condividono momenti di dolcezza e consolazione in un mondo di umanità allo sbando, di prostitute, protettori, malati di gioco d’azzardo.

/ 106 Articles

Michela Gelati

Comments Closed

Comments for this post are now closed.