Il possidente

Alessandra Stoppini

Tagged: , ,

Il possidenteIl possidente di John Galsworthy (Elliot 2016), è il primo volume del famoso ciclo di romanzi denominato “La saga dei Forsyte”, pubblicati dallo scrittore e drammaturgo inglese tra il 1906 ed il 1921, magnifico ritratto di un clan familiare dalla sua nascita fino al suo inesorabile declino.


A Londra il 15 giugno dell’anno 1886, verso le quattro del pomeriggio, un osservatore che si fosse trovato nella casa del vecchio Jolyon Forsyte a Stanhope Gate avrebbe potuto proprio contemplare “l’efflorescenza suprema dei Forsyte”.

Ecco dunque la gran parata di una famiglia della ricca borghesia inglese, un’adunata di persone legate da rapporti di parentela ma non di simpatia l’uno con l’altro che celebrava il fidanzamento di Miss June Forsyte, nipote del vecchio Jolyon, dai bei capelli bianchi, ottant’anni di superbia e orgoglio, con Philip Bosinney, un architetto “non ricco” ma di sicuro avvenire. Era presente l’intera famiglia adornata con gli abbigliamenti più belli, guanti chiari, panciotti di camoscio, piume, abiti di cerimonia.

I Forsyte che in quel giorno speciale si mescolavano alla folla degli invitati sembravano più accurati e più vivaci del solito. Il clan possedeva “una sorta di arzilla baldanza”, un’aria brillante di rispettabilità; si sarebbe detto che si ciascuno dei Forsyte, si fossero preparati per sfidare qualche cosa. Quell’aspetto di disdegno diffidente che era abituale alla fisionomia di Soames Forsyte (pallido, completamente rasato, bruno e un po’ calvo) aveva guadagnato tutti gli ordini della famiglia che, al completo, sembrava mobilitata e di guardia. E quell’atteggiamento inconsciamente aggressivo della famiglia in quel giorno, in casa del vecchio Jolyon, segnava un momento psicologico della sua storia e il preludio del dramma che doveva lacerarla.

/ 577 Articles

Alessandra Stoppini

Comments Closed

Comments for this post are now closed.