I ragazzi dell’Altro Mare

Antonella Stoppini

Tagged: , , ,

I ragazzi dell'Altro Mare
I ragazzi dell’Altro Mare

Nell’avvincente libro “I ragazzi dell’Altro Mare” (Gallucci 2016) di Luca Di Fulvio, l’amicizia e l’avventura sono i protagonisti della narrazione.


“Lily, Red e Max erano amici per la pelle, come si suol dire”. I tre ragazzi si erano conosciuti a scuola. Red, alto, magro e di corporatura atletica, aveva undici anni. I suoi occhi verdi erano intensi e dal taglio allungato. Max era un ragazzino grassoccio, dall’aria buffa ma timido e impacciato. “Quando si sentiva a suo agio, la timidezza spariva per lasciar posto a un carattere spiritoso”.

Lily era una bambina di 11 anni molto carina e di carattere volitivo dalla carnagione dorata e dai lunghi capelli biondi tutti a boccoli. “Lily aveva l’aspetto di una splendida principessa e insieme un’indole avventurosa”. La ragazzina quando si metteva in testa una cosa riusciva sempre a ottenerla, non si lasciava spaventare facilmente. A Lily piaceva inventare storie e aveva un amico invisibile e segreto di nome Sam Scatolino. Sam, che la biondina sentiva dentro di sé, le stava rincuorava quando Lily si sentiva triste o sola facendole luce nell’oscurità.

Il primo giorno di scuola era subito nata un’intesa tra i tre ragazzini avendo condiviso una forte antipatia verso l’odioso professore di matematica Tappabuchi, che aveva messo in ridicolo i chili di troppo di Max. Da quel giorno Lily, Red e Max erano diventati inseparabili: facevano insieme i compiti, progettavano avventure e immaginavano storie incredibili. Ogni fine settimana gli amici lo trascorrevano in un vicino villaggio di pescatori chiamato Baia del Sole, dove i loro genitori possedevano una casetta al mare. Le attività preferite di Lily, Red e Max erano nuotare nell’acqua limpida e imparare ad andare in barca a vela, “l’acqua e i venti andavano assecondati, non combattuti”, o giocare sulla spiaggia esplorando nuove zone. “Erano un terzetto affiatato e molto ben assortito”. A scuola, durante la ricreazione i tre ragazzini avevano notato un gabbiano appollaiato sulla rete metallica del campo di pallacanestro. Da quella volta i tre amici gli portavano da mangiare e lo avevano chiamato Gabby. Il gabbiano, pur essendo di natura scorbutico, si era affezionato al loro appuntamento quotidiano e provava un sincero piacere nel vedere i volti dei tre amichetti.

Sulla spiaggia Lily e i suoi compagni potevano scorrazzare in lungo e in largo nella natura selvaggia. I loro genitori avevano imposto come regola di non andare oltre l’ultimo stabilimento balneare prima della zona chiamata il Nulla, luogo dalla dubbia e pericolosa fama dove anni addietro era sparito un bambino. Un giorno i tre sodali avevano incontrato sulla spiaggia una vecchietta seduta su un tronco. La donna anziana, in un’atmosfera come se il mondo si fosse fermato, aveva raccontato loro di un luogo “oltre le prime dune del Nulla” ove regnavano le forze oscure del Mare ma “c’era una Guardiana del Bene che sperava di vincere il Male”. Questo incontro sarebbe stato l’inizio di un viaggio avventuroso e periglioso sulla barca a vela “Perdido” che avrebbe condotto i ragazzi nell’Altro Mare e nell’Altro Mondo, luogo infernale dove tutto è capovolto e ogni regola è sovvertita e rovesciata. I coraggiosi amici, con l’ausilio del valoroso Gabby avrebbero deciso di sciogliere l’enigma dell’Altro Mare comprendendo in seguito che l’astuzia non è sufficiente, occorre il cuore “ricordate sempre di chiedere aiuto al Bene che è dentro di voi”.

Luca Di Fulvio è nato a Roma nel 1957, dove vive e lavora. Prima di dedicarsi alla scrittura si è diplomato all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”, dove ha studiato Drammaturgia con Andrea Camilleri. Per anni si è occupato di teatro e ha lavorato, tra gli altri, con Julian Beck del Living Theatre. I suoi romanzi sono tradotti in 16 lingue. Alcuni hanno venduto milioni di copie, come i best seller La gang dei sogni e La ragazza che toccava il cielo, con i quali ha scalato le classifiche tedesche. Questo è il suo unico (finora) libro per ragazzi.

Autore: Luca Di Fulvio
Titolo: I ragazzi dell’Altro Mare
Editore: Gallucci
Pubblicazione: 2016
Prezzo: 16 euro
Pagine: 224

/ 57 Articles

Antonella Stoppini

Comments Closed

Comments for this post are now closed.