Cucina eclettica

Sara Meddi

Tagged: , ,

coverJuana Manuela Feliciana nasce in Argentina nel 1816, figlia di un eroe dell’Indipendenza, la sua famiglia è costretta quando Juana ha solo quindici anni a lasciare per motivi politici il Paese. Il traumatico esilio sarà il primo di una lunga serie di viaggi che la porteranno a visitare tutti il Sud America; si sposa con il capitano boliviano Gorritti, si separa e con i due figli si trasferisce a Lima: lì inizia a collaborare con numerose riviste, pubblica la sua prima opera letteraria, frequenta artisti e intellettuali diventando così membro fisso dei salotti intellettuali dell’epoca.

Bastano queste poche note biografiche per capire che Juana Gorritti non era una donna comune, non lo sarebbe stata oggi e tantomeno lo era nel Sud America di metà ottocento. Juana è un raro esempio di intellettuale a tutto tondo, impegnata in politica come in letteratura. Cucina eclettica non è infatti solo un ricettario, ma è parte integrante del pensiero dell’autrice, che vedeva la donna come parte attiva nella formazione dell’uomo, anche in cucina.

Juana Gorritti infatti scrive ad amiche, parenti e collaboratrici, si fa inviare ricette da tutto il continente e compila un ricettario che è anche uno specchio della storia sociale e culturale dell’America latina.

/ 94 Articles

Sara Meddi

Sara è nata nel 1985 vicino Roma. Da bambina, prima di convertirsi alla letteratura, sognava di fare la paleontologa o, in alternativa, la disegnatrice di costruzioni Lego. Adesso lavora da qualche anno nell’editoria come redattrice freelance. Votata da sempre al pendolarismo adesso si divide tra Roma e il Trentino; quando non è in treno vive con il marito, un bimbo, due gatte e un congruo numero di libri. Nel (raro) tempo libero corre, guarda film horror e gioca con discreto successo a Super Mario.

Comments Closed

Comments for this post are now closed.