Ascolti d’autore

Sara Meddi

Tagged: , ,

coverEsiste, senza dubbio, una forte relazione tra musica e parole: Joyce aveva una voce da tenore, era amante di Verdi e Puccini, ed aveva pensato a una carriera da cantante; Italo Svevo era un appassionato violinista, seppur dilettante; Kerouac, da studente, si cimentò come critico musicale… questi sono alcuni aneddoti su grandi autori che rendono manifesto un legame tra due modi di sentire che spesso si incontrano.

Sul come e sul perché si incontrano questi modi, quello letterario e quello musicale, di sentire e interpretare il mondo ha indagato Pierluigi Lucadei nel saggio Ascolti d’autore, una raccolta di venticinque interviste ad altrettanti scrittori (tra gli altri: Nicola Lagioia, Joe Lansdale, Rick Moody e Niccolò Ammaniti).

Sono interviste realizzate per varie rubriche e ora finalmente raccolte, a volte scarne (la modalità via mail non aiuta) ma ricche di curiosità, e che permettono di mettere il naso nell’officina di questi scrittori per capire come si incrociano le influenze, le passioni e le suggestioni.

Scopriamo così che Ammaniti ha una collezione di quasi diecimila cd, che Matteo Bianchi va a caccia di vinili nei mercatini e che il primo disco della Durastanti è stato un cd delle Spice Girls.

Ascolti d’autore dà degli ottimi spunti trasversali di letture e di ascolti. Un libro da mettere sotto l’albero, adatto a chi ama i dietro le quinte della narrativa contemporanea, da leggersi con un taccuino accanto per segnarsi libri e dischi.

 

Pierluigi Lucadei, marchigiano, è nato a San Benedetto del Tronto nel 1976. Giornalista, critico musicale e scrittore, ha collaborato con diverse testate con recensioni, interviste, racconti. Attualmente è caporedattore del quotidiano online www.ilmascalzone.it e collabora con il mensile Outsider.

 

Autore: Pierluigi Lucadei

Titolo: Ascolti d’autore

Editore: Galaad Edizioni

Anno di pubblicazione: 2014

Prezzo: 14,00 euro

Pagine: 176

/ 94 Articles

Sara Meddi

Sara è nata nel 1985 vicino Roma. Da bambina, prima di convertirsi alla letteratura, sognava di fare la paleontologa o, in alternativa, la disegnatrice di costruzioni Lego. Adesso lavora da qualche anno nell’editoria come redattrice freelance. Votata da sempre al pendolarismo adesso si divide tra Roma e il Trentino; quando non è in treno vive con il marito, un bimbo, due gatte e un congruo numero di libri. Nel (raro) tempo libero corre, guarda film horror e gioca con discreto successo a Super Mario.

Comments Closed

Comments for this post are now closed.