Spazio B**k a Milano: libri e immagini all’Isola

Michela Gelati

Tagged: , ,

DSC_0176Nel cuore della zona Isola di Milano, ex quartiere operaio ora diventato meta di creativi, studenti, artisti e giovani designer, è nata lo scorso 7 dicembre una libreria molto speciale: libri colorati, volumi illustrati, pubblicazioni per bambini, e una doppia anima di libreria e laboratorio. È “Spazio B**k”, fondata da Diletta Colombo e Chiara Bottani.

B**k è infatti prima di tutto una libreria specializzata in libri con figure e immagini di tutti i tipi, dagli albi illustrati ai fumetti, dalla grafica, a cinema e animazione, fino ad arti visive e artigianato, ma senza escludere una selezione di proposte di narrativa e saggistica di qualità. “Vogliamo però essere anche trasversali” – spiega Diletta – “facendo convivere libri italiani e internazionali sia nuovi, sia a metà prezzo, sia fuori catalogo, per tutte le tasche e per un pubblico eterogeneo interessato alle diverse declinazioni dell’immagine e della parola”. Dai giovani tra i 25 e i 40 anni, alle famiglie, agli appassionati bibliofili dei libri illustrati.

Spazio B**k è molto diversa da una libreria “tradizionale”: è uno spazio culturale in senso più ampio. Perché questa scelta?
Da una parte perché ci portiamo dietro un mondo di relazioni che ci siamo costruite nel tempo attraverso il lavoro in libreria, in biblioteche e in un laboratorio di artigianato. Dall’altra perché riteniamo che i libri, per loro stessa natura, aprano alla possibilità di costruire progetti culturali e relazioni. Poi oggi una libreria per poter stare in piedi e crescere ha bisogno di una marcia in più fin dall’inizio, quindi vendere libri ma anche proporre incontri, presentazioni e mostre e soprattutto laboratori e corsi creativi e formativi.

C’è una parte del catalogo a cui siete particolarmente “legate” e che contraddistingue in modo particolare la libreria?
Albi illustrati, fumetti e artigianato. Anche in lingua.

Molte piccole librerie milanesi stanno purtroppo chiudendo: voi come state superando la crisi?
Ecco i nostri “ingredienti”: saper “fare i conti”, cioè essere in grado di avere spirito imprenditoriale, fare analisi economiche e spese sostenibili e accurate finalizzate a progetti che fanno crescere il valore culturale dell’impresa ma anche il suo pubblico. Troppo spesso il libro è solo associato a una passione e a un’arte.
Sapere fare progetti che abbiano spessore, qualità, ricchezza, onestà e apertura, sapendo lavorare in relazione con soggetti diversi con cui trovare strade comuni.

Saper differenziare l’offerta con prodotti diversi e di diverso margine di guadagno, come il libro usato.
Allungare le braccia in tante attività diverse, facendosi promotori di iniziative interessanti che portano in modo costante gente in libreria, cercando però di tenere insieme apertura/trasversalità e coerenza di progetto.
Comunicare utilizzando i nuovi canali di comunicazione come possibilità sia di maggiore visibilità, ma anche come servizio “informativo”.
Rompere gli schemi della normale gestione editore-distributore-libraio per trovare nuove strade più efficienti e produttive.
Offrire un posto bello e tranquillo in cui poter stare e passare del tempo.
Specializzarci per ritagliarci uno spazio preciso nel mercato milanese.

Che eventi organizzate?
Presentazioni di libri, mostre di illustratori, grafici e fumettisti e serate in collaborazione con altre realtà. Nello spazio “laboratorio” progettiamo corsi di formazione e workshop sul mondo del libro, i linguaggi delle immagini e le tecniche dell’artigianato. Alcuni esempi: “La scuola di scrittura elementare” con Paolo Nori; “Leggere le figure maxi” con Giulia Mirandola, per imparare a leggere le figure dei picture book; “Make a fanzine” e “Collage tricks” con la grafica Claude Marzotto e la storica dell’arte Melania Gazzotti, sulle tecniche di produzione e stampa di fanzine e sul collage.

I libri più venduti in questi primi mesi del 2013?
“Libretto postale” di Franco Matticchio (Vanvere edizioni); “Libri!” di John Alcorn, (Topipittori); “Coltrane” di Paolo Parisi (Black Velvet); “Potente di fuoco” di Erika e il Cane (Modo Infoshop); “Costure” (Giuda Edizioni).

I vostri consigli di lettura?
“L’intervista” di Manuele Fior (Coconino); “Point Lenana” di Wu Ming 1 e Roberto Santachiara (Einaudi); “Pazzi scatenati- usi e abusi dell’editoria” di Federico di Vita (Tic edizioni). Per i bambini, consigliamo “Mappe” (Electa Kids); “Il grande libro dei pisolini” (Topipittori), “Le mani di papà” (Babalibri).

Spazio B**K
Via Porro Lambertenghi, 20 – 20159 Milano
Tel. 02 8706 3126
Orari di apertura: lunedì chiuso; martedì – sabato 10 – 20; domenica 16 – 20.
www.spaziobk.com

/ 106 Articles

Michela Gelati

Comments Closed

Comments for this post are now closed.