“Nel tempo di mezzo” di Fois. Dal mito al romanzo borghese

Redazione

Tagged: , ,

neltempodimezzoIl romanzo di Marcello Fois “Nel tempo di mezzo” (Einaudi, 2012) cerca di rispondere ad alcune domande esistenziali, costruendo un libro per larghi tratti molto intenso.

Nel lungo cammino dell’umanità verso il progresso c’è mai stato un tempo di mezzo? La stagione immediatamente precedente alla scelta irrevocabile, nella quale dopo aver mosso i primi passi essa è stata libera di prendere una direzione piuttosto che un’altra?

Ciascuno di noi del resto l’ha vissuto il tempo di mezzo, il momento effimero dell’incoscienza e della scoperta, nel quale, conservando ancora l’innocenza dell’infanzia, ascoltavamo, attraversandola, ogni richiamo  della pianura aperta su mille strade. È un breve periodo dell’esistenza che può essere evocato esclusivamente dalla lingua lirica delle poesia o da quella pre-razionale  del mito.

Vincenzo Chironi, il protagonista del romanzo di Marcello Fois in lizza per l’ultimo premio Strega,  quando sbarca nell’ottobre del ’43 in Sardegna dal Friuli è ancora una creatura felicemente ignara di  chi vorrà o potrà diventare: egli intende conoscere la famiglia  del padre morto in guerra e per raggiungerla a Nuoro deve compiere una lunga camminata attraverso la Sardegna.

È un viaggio di breve durata, ma intenso, colmo di incontri fondamentali: la bellezza  del paesaggio, le  vittime della guerra, la malaria, un cieco e  un religioso, padre Virdis, che dopo la morte dell’amato cane per tornare a credere in Dio contempla  il lucore pulsante del cielo stellato. In questo percorso Vincenzo non è ancora nessuno: lo scrittore ne scandaglia le impressioni e  ne intercetta l’ansia di sentirsi in sintonia con un universo per lui nuovo.

Poi finalmente egli arriva alla casa di famiglia e lì la sua epopea di eroe alla ricerca di un’identità diventa la  prosa scarna di un romanzo borghese: viene accolto dal nonno e dalla zia, si avvicina alla politica, si innamora, si sposa, si arricchisce facendo l’imprenditore edile, tenta inutilmente di essere padre, mentre lo scrittore non può più far luce sulla voce interiore di lui ormai spentasi con la volontà/necessità di integrazione sociale. Il suo tempo allora coincide con il boom economico degli anni ’50 e tramite la sua persona il presente della Storia fa irruzione nella casa avita, preclusa al mondo esterno, popolata dagli spettri della moglie e dei figli  morti del vecchio patriarca Michele Angelo.

Una maledizione antica infatti grava sulla stirpe dei Chironi: il destino chiede in risarcimento della prosperità materiale e del talento artistico nel lavorare il ferro di Michele Angelo (un nome parlante?) dolore e lutti. La sorte non perdona nessuno e condanna l’uomo a un ciclo perenne di rinascita e distruzione. Così se nel ragionamento celeste siamo poco più che bambini a cui bisogna ripetere all’infinito lo stesso concetto non ci resta che la grazia di un tempo di mezzo.

Marcello Fois, nato a Nuoro nel 1960, vincitore del Premio Italo Calvino 1992, vive e lavora a Bologna. Ha pubblicato molti libri, tra cui: Falso gotico nuorese (Condaghes, 1993), Picta (Premio Calvino, 1992), Gente del libro (Marcos y Marcos, 1995-96), Il silenzio abitato delle case (Mobydick, 1996), Nulla (Il Maestrale, 1997), Sheol (Hobby &Work, 1997 e L’Arcipelago Einaudi, 2004), Sempre caro (Frassinelli e Il Maestrale, 1998 e Einaudi, 2009), GapSangue dal cielo (Frassinelli, 1999 e Einaudi, 2010), Ferro RecenteMeglio morti (usciti negli Einaudi Tascabili nel 1999 e nel 2000, già precedentemente pubblicati da Granata Press), Dura madre (Einaudi, I coralli, 2001 ed Einaudi Tascabili, 2003), Piccole storie nere (L’Arcipelago Einaudi, 2002 e ET Scrittori, 2010), Memoria del vuoto(premio Super Grinzane Cavour 2007, premio Volponi 2007 e premio Alassio 2007), Stirpe (Einaudi, 2009 e 2011). Ha scritto due racconti per le antologie Crimini (Einaudi Stile libero, 2005), Crimini italiani (Einaudi Stile libero, 2008) e L’altro mondo (ET, 2011). Nel 2006 ha pubblicato la raccolta di poesie L’ultima volta che sono rinato. Per Einaudi ha recentemente pubblicato Nel tempo di mezzo (Supercoralli, 2012).

Autore: Marcello Fois
Titolo: Nel tempo di mezzo
Editore: Einaudi
Anno Di Pubblicazione: 2012
Pagine: 263
Prezzo: 20 euro

*articolo di Augusto Leone

/ 439 Articles

Redazione

Comments Closed

Comments for this post are now closed.