In verità è meglio mentire

Elisa Bonfadini

Tagged: , ,

in-verita-e-meglio-mentireCarolin sarà in grado di trovare l’uomo giusto che la perdonerà per essere troppo intelligente? “In verità è meglio mentire” di Kerstin Gier (Corbaccio, 2012). Fortemente simpatica, carismatica e dannatamente intelligente.

Carolin, la giovane protagonista, possiede un quoziente intellettivo di 158, è plurilaureata, in grado di suonare diversi strumenti, di parlare diverse lingue straniere, è in grado di risolvere conti di qualsiasi genere molto velocemente ed perfino fisicamente bella… ma vedova a soli 26 anni.

Dopo avere lasciato il suo primo fidanzato Leo, incapace di capire la sua straordinaria intelligenza, Carolin conosce il padre di quest’ultimo, Karl. Un uomo affascinante, un po’ trasandato, un’insegnante di storia dell’arte, ma apparente l’unico in grado di capire ed apprezzare fino in fondo  le grandi qualità di lei, tanto da sposarla. Un matrimonio il loro molto felice e pieno di amore, felice fino a quando, 5 anni dopo, Karl improvvisamente muore.

Un dolore atroce ingoia la giovane Carolin, che si ritrova così catapultata in un mare di guai dovuti alla controversa eredità di cui le non ne conosceva nemmeno l’esistenza, ma che un esercito di parenti infuriati rivendicano in ogni modo.

“Ci si accorge della felicità sol nel momento in cui lei si congeda con gran fragore” – Marcel Archard

Decide così di farsi aiutare da una particolarissima psicoterapeuta, apparentemente fuori dalle righe o semplicemente fuori di testa, che le farà affrontare tutti quello che fino ad allora sembrava fermarla in un limbo. Capirà, che la sua intelligenza non rappresenta un ostacolo nella ricerca della felicità, ma che esiste l’uomo giusto a cui non interessa se è “troppo intelligente”.

“Quando ci ricordiamo di essere tutti folli, i misteri della vita scompaiono e la vita trova una spiegazione.” – Mark Twain

Un fantastico romanzo della geniale Gier, sarcastico ed irresistibile, apparente leggero, rilascia al suo interno piccole perle di saggezza per il lettore, il quale una volta terminata la lettura si chiederà: In verità, è meglio mentire?

«È caduta?»
Ma no. Son qui sul marciapiede a rimirar le stelle.

Kertin Gier, vive con la famiglia in un paese della Vestfalia. Ha raggiunto la notorietà grazie ai suoi romanzi femminili, estremamente divertenti, molto apprezzati per la loro geniale ironia. In Italia è conosciuta per la trilogia urban-fntasy Red, Blue, Green.

Autore: Kerstin Gier

Titolo: In verità è meglio mentire

Editore: Corbaccio

Anno di pubblicazione: 2012

Pagine: 217

Prezzo: 12,90 euro

/ 101 Articles

Elisa Bonfadini

Comments Closed

Comments for this post are now closed.