“Colpiscimi”: Olivia Corio e i destini incrociati

Chiara Pieri

Tagged: , , ,

alet-colpiscimiColpiscimi” (Alet, 2011) di Olivia Corio, un nomen omen, da un lato per l’ ‘impatto’ cui sono costretti a confrontarsi i personaggi, dall’altro per il modo in cui viene colpito e catturato il lettore.

Un romanzo polifonico che si legge d’un fiato, sia per lo stile leggero e efficacissimo dell’autrice, sia per una trama fitta di ‘destini incrociati‘, che convergono e si distanziano nel corso della narrazione.

Incontri, scontri e vite che si intrecciano. C’è Mariasole, trentenne che scopre di essere incinta dell’uomo sbagliato, c’è Lorenzo ancora indeciso sulla sua bisessualità, ci sono Pietro e Sofia da anni alla ricerca di un figlio che non arriva. E poi c’è Alberto, brutto, ma buono, che si innamora di una donna in stato vegetativo, c’è Silvia, che a sessant’anni decide di rifarsi una vita, Sergio che si abbandona alla vecchiaia e Massimo, autista di ambulanze, che, dopo la perdita di un fratello, pare avere finalmente trovato la pace.

Olivia Corio racconta una molteplicità di vite e di esistenze, che sembrano scorrere parallele, ma che per uno strano scherzo della sorte vengono incredibilmente a convergere. Non si sa se per coincidenza o per destino, ma tutto cambia in funzione di un incidente, che per tutti i protagonisti sancisce il momento cruciale dell’esistenza, segnando uno spazio indelebile tra il prima e il dopo.

Colpiscimi è un romanzo moderno, caratterizzato, come gran parte della letteratura contemporanea, dalla presenza di una serie di voci diverse, a creare un grosso mosaico del reale, che solo il lettore è in grado di cogliere nel suo insieme. Ciò che colpisce in questo romanzo non è solo la grazia stilistica dell’autrice, fluida, scorrevole e leggera dalla prima all’ultima pagina, ma anche la capacità di delineare personaggi realistici, con il loro carico di sofferenze e le difficoltà a cambiare non solo se stessi, ma anche il proprio modo di rivolgersi alla vita. Ed è solo grazie a un impatto, a un colpo, fisico e metafisico al contempo, che tutti trovano il modo di affrontare le proprie paure e le proprie debolezze.

Olivia Corio, milanese, trentacinque anni. Fin da piccola segue la madre stilista in Europa e in Giappone. Studia a Londra filosofia e sociologia. A venticinque anni torna in Italia, lavora per Mtv, Grazia e Cosmopolitan, occupandosi prevalentemente di musica, costume e società. È di questi anni la sua vocazione narrativa. Scrive Colpiscimi, il suo primo romanzo.

Autore: Olivia Corio
Titolo: Colpiscimi
Editore: Alet
Anno di pubblicazione: 2011
Prezzo: 10 euro
Pagine: 205

/ 155 Articles

Chiara Pieri

Comments Closed

Comments for this post are now closed.