La notte ha cambiato rumore. Quando la vita è romanzo

Alessandra Stoppini

Tagged: , ,

la-notte-ha-cambiato-rumoreLa notte ha cambiato rumore” (Mondadori, 2010) di Maria Duenas, rappresenta il romanzo d’esordio della scrittrice spagnola da subito diventata autrice rivelazione.

“Una macchina da scrivere ha sconvolto il mio destino. Era una Hispano – Olivetti, da cui mi ha separato per settimane la barriera di una vetrina”.

Nella Spagna degli anni Trenta in pieno fermento politico Sira Quiroga l’io narrante del romanzo non immaginava che “un semplice oggetto meccanico” avrebbe cambiato il corso della sua intera esistenza. La giovane appena venticinquenne non possedeva né grandi speranze né ambiziosi progetti, ma solo “aspirazioni raggiungibili” quali potevano essere un lavoro onesto, un marito devoto e una nidiata di pargoli. Il mondo di Sira era ordinato e lineare legato “intorno a poche presenze che credevo salde ed eterne” come la madre Dolores sarta presso un atelier dalla distinta clientela. Sira riguardo al proprio padre “sapeva poco” ma la sua assenza dovuta alla presenza di una regolare famiglia non l’aveva mai turbata. Finora tutta l’esistenza di Sira, nata nel giugno del 1911, si era svolta “in una strada stretta di un quartiere popolare di Madrid, vicino a plaza de la Paja, nei pressi del Palazzo Reale”. Dopo aver frequentato la scuola fino a dodici anni, la giovane aveva iniziato a lavorare come “ragazza tuttofare” nell’atelier della signora Manuela Godina, lo stesso nel quale cuciva la madre “avevo l’incarico di far arrivare alle residenze signorili i modelli appena confezionati”. Sira aveva imparato in quel periodo a osservare come “testimone muta” le grandi case borghesi e i palazzi aristocratici, insegnamento che si sarebbe rivelato presto utile. La ragazza era diventata un’abile sarta rinchiusa a cucire nel laboratorio “gelato in inverno e soffocante in estate”.

Nel frattempo “passavano gli anni, passava la vita”, la Spagna cambiava fisionomia politica “compii vent’anni, arrivò la Repubblica e conobbi Ignacio”. Nell’atelier di Dona Manuela mentre l’orlo delle gonne si allungava la Seconda Repubblica “aveva portato un vento d’inquietudine nella confortevole prosperità dell’ambiente cui appartenevano le nostre clienti”. Sira si era fidanzata con Ignacio Montes “magro, gentile, tanto mite quanto tenero”. A pochi giorni dalle nozze nella Spagna concitata che stava per sprofondare nella guerra civile Sira, complice una macchina da scrivere incontrò l’avventuriero Ramiro Arribas “irresistibile, mondano, bello da impazzire”. Insieme a Ramiro la giovane donna abbandonò la Spagna per l’esotico Marocco lasciandosi per sempre alle spalle il “suo piccolo mondo ordinato”. Era solo l’inizio di una serie di avventure che avrebbero catapultato Sira nella Storia in un momento cruciale per le sorti di migliaia di uomini e donne…

El tiempo entre costuras è il classico romanzo d’appendice che non si riesce a smettere di leggere, tale è avvincente e accattivante la trama lunga più di seicento pagine. Accanto al fuoco mentre fuori le prime piogge autunnali immalinconiscono il cielo, non è certo difficile lasciarsi trasportare nella vita ricca di suspence di Sira piena di tragedie amorose, avventure, mistero in una Tangeri coloniale e cosmopolita. Dal 1912 il Marocco si trovava sotto il protettorato spagnolo. Nel marzo del ’36, un mese dopo la vittoria della coalizione della sinistra del Fronte Popolare, Ramiro e Sira erano sbarcati a Tangeri. Qui la coppia frequentando i caffè e i locali alla moda era venuta a contatto con un gruppo di espatriati intellettuali provenienti dall’Europa e diplomatici bravi nel seminare sospetti e veleni. Il Nordafrica era allora il centro del mondo, un mondo che si stava inesorabilmente portando verso il secondo conflitto mondiale “il più sanguinoso della storia”. Sorprende il coraggio di Sira la quale in una notte perde tutto restando sola in terra straniera. Grazie all’aiuto della contrabbandiera Candelaria appartenente a una stirpe di donne “coraggiose e combattive, capaci di farsi largo nella vita con il poco che la sorte riservava loro” Sira rifugiatasi a Tetuàn aprirà un elegante atelier per poi spostarsi nuovamente a Madrid. Chez Sirah – Grand Couturiér… “Ma non ero mai stata consapevole come in quel mezzogiorno di ottobre, quando osai finalmente oltrepassare la soglia e i miei passi risuonarono nella casa deserta e ancora priva di mobilia”. La Maison de haute couture nascondeva un gioco, una facciata pericolosa e mortale…

La notte ha cambiato rumore quando una donna ha deciso di cambiare atteggiamento nei confronti di se stessa, di prendere nelle proprie mani le redini della propria vita attraverso dolore, disillusione, rabbia e lacrime. La sua è una presa di coscienza assunta con freddezza e determinazione. Ora il tempo tra le cuciture assume un significato particolare. Uno stile scorrevole e ricco di colpi di scena, un romanzo nel quale non manca nulla: amore, passione, storia, tradimenti, l’intera gamma dei sentimenti umani. E in più spionaggio e servizi segreti… Feuilleton che diventa storia realmente accaduta quando nella trama entrano personaggi realmente esistiti, come Juan Luis Beigbeder y Atienza alto commissario di Spagna in Marocco, governatore generale delle Plazas de Soberania e futuro Ministro degli Esteri del governo del Caudillo Franco e la sua amante inglese Rosalind Fox “donna bionda magrissima”. Madrid, Tangeri, Tetuàn, Lisbona, città esotiche e ricche di atmosfera le quali grazie alla bravura di Marie Duenas acquistano una luce nuova agli occhi del lettore.

Non stupisce dunque che in Spagna il libro abbia venduto mezzo milione di copie e che stia rapidamente scalando le classifiche editoriali di vendita italiane dedicate alla narrativa straniera. “… in qualsiasi momento e senza causa apparente tutto ciò che crediamo stabile può crollare, prendere un’altra strada, cambiare traiettoria e iniziare a mutare… mi toccò viverlo di persona.”

Maria Duenas è nata nella provincia di Ciudad Real nel 1964. Titolare della cattedra di Filologia e Letteratura inglese all’Università di Murcia, ha insegnato anche in alcune università americane

Autore: Maria Duenas
Titolo: La notte ha cambiato rumore
Editore: Mondadori
Anno di pubblicazione: 2010
Prezzo: 20 euro
Pagine: 655

/ 592 Articles

Alessandra Stoppini

One Comment

Trackbacks & Pingbacks

  1. La notte ha cambiato rumore. Quando la vita è romanzo | Il …